Sei in Archivio

Lesignano

Apre l'Olimpic dog village, il regno degli amici a quattro zampe

Nel parco, costruito da Cesare Pini e dalla moglie Andrea, previste attività di agility e pet therapy per chi è in carrozzina e per chi soffre di altre forme di disabilità

di Matteo Ferzini -

25 settembre 2018, 18:52

Apre l'Olimpic dog village, il regno degli amici a quattro zampe

LESIGNANO - «Quattro zampe per quattro rotelle» è un sogno, un’idea, una grande sfida lanciata a Lesignano da una coppia di cittadini: è stata inaugurata con una giornata di festa dedicata agli amici a quattro zampe la nuova area Olimpic dog village, nei campi tra Lesignano e Santa Maria del Piano, un parco dove far giocare e allenare i propri cani attraverso pratiche di agility insieme ad esperti del settore.

Ciò che rende però unico nel suo genere l’Olimpic dog village di Lesignano, letteralmente costruito da Cesare Pini e dalla moglie Andrea, è che ogni attività sarà mirata a sostenere attività di agility con cani o pet therapy per bambini e ragazzi diversamente abili. Questo progetto prende il nome di «Quattro zampe per quattro rotelle».

Cesare Pini, ex dirigente, alpino lesignanese e allenatore, e la moglie Andrea, entrambi appassionati di cani da presa, una volta raggiunta l’età pensionabile hanno deciso di investire i risparmi di una vita di lavoro per inseguire un sogno, quello di vedere bambini e ragazzi diversamente abili divertirsi e mettersi in gioco insieme ai loro amici a quattro zampe. Ha quindi iniziato a prendere forma, con mesi di lavoro e burocrazia, un parco di agility per cani di tutte le razze, competenze e dimensioni, il cui nastro è stato tagliato con la prima «Expo amatoriale» a cura dell’Olimpic dog village.

L’idea di Andrea e Cesare piace, e ha attirato l’interesse di tanti appassionati del settore: 67 cani, infatti, con i rispettivi proprietari, hanno reso onore al primo giorno del nuovo centro: tutte le razze, ma in particolare cani da presa coma pitbull, amstaff, staffi, provenienti da Savona, Lodi, La Spezia e dal Piemonte.

Ospiti d’onore della giornata, tra i primi ad aver accolto con entusiasmo l’idea della coppia lesignanese, Luca Fiadino e Mattia Ceruti, giovani addestratori esperti diversamente abili, che sono stati i primi a dimostrare come la cura di un cane e l’agility siano non soltanto possibili, ma anche un’attività ricca di soddisfazione e sfida costruttiva per chi è su una sedia a rotelle o per chi è afflitto da altre disabilità.

A tagliare il nastro era presente anche il sindaco di Lesignano, Giorgio Cavatorta, che si è complimentato con gli organizzatori per l’idea avuta e per lo scopo benefico con cui è nato il centro, affermando che anche il Comune farà la sua parte per permettere a «Quattro zampe per quattro rotelle» di diventare una bella realtà.

Soddisfatti per l’inaugurazione, Andrea e Cesare si sono dimostrati determinati più che mai a portare avanti il progetto: «Inizialmente in pochi capivano o sostenevano l’idea – racconta Andrea - ma ora, che è chiara la finalità del progetto e che il campo è una realtà, in diversi si sono aggregati, arricchendo l’associazione “SportiAmo insieme”».

L’area è ora quasi completa: ogni 5 lezioni di agility, che sono disponibili per tutti i cani e i proprietari che si vorranno iscrivere, sarà possibile pagare una lezione gratis per un giovane disabile insieme ai maggiori esperti dell’agility.

Nel frattempo, la prossima iniziativa dell’Olimpic dog village sarà uno stage di Mondioring insieme a Luca Menozzi, i prossimi 20 e 21 ottobre. Per maggiori informazioni: 327 4337621 o parandrealex@gmail.com.