Sei in Archivio

ANTEPRIMA

Ecco Tarraco, il Suv più grande di Seat

25 settembre 2018, 17:38

Ecco Tarraco, il Suv più grande di Seat

Seat completa la famiglia dei Suv introducendo sul mercato la "sorella maggiore" di Arona e Ateca. Si chiama Tarraco, il "todoterreno urbano" (come lo chiamano gli spagnoli) che segna l'ingresso della casa di Martorell tra gli sport utility medie-grandi dimensioni che in Europa ha raddoppiato i volumi. Il nome deriva da quello antico di Tarragona, centro storico e culturale della Catalogna, ed è stato scelto con una votazione popolare da oltre 140.000 appassionati che hanno partecipato alla fase finale del progetto #SEATSeekingName.

Com'è Disegnata e sviluppata a Martorell, "Tarraco - confessa il presidente di Seat, Luca De Meo - non era neppure nei piani aziendali", e sono bastati appena due anni per realizzarlo. Progettato a Martorell, ma costruito a Wolfsburg, sfrutta la stessa piattaforma delle cugine Volkswagen e Skoda, la MQB A+ a passo lungo, ed è  disponibile anche nella versione sette posti. Con due allestimenti (Style ed XCellence) Tarraco ha linee fluide che danno la sensazione che la vettura sia ben piantata a terra. Lungo 4.735 mm e alto 1.658, Tarraco si distingue all’interno per la plancia orizzontale che avvolge gli occupanti.

Tecnologia Disponibile il Virtual Cockpit di 26 cm (10,25'') che consente di fruire in maniera ottimale di informazioni personalizzate; nella console centrale, inoltre, è posizionato uno schermo di 20,3 cm (8"), tramite cui si può accedere alle opzioni di connettività: l’accesso sarà consentito anche attraverso la funzione gesture control (in presenza di sistema Navigation Plus 8"), novità assoluta per il brand. Ci sono tutti i sistemi di assistenza: di serie Lane Assist e Front Assist con rilevamento di pedoni e ciclisti, mentre su richiesta saranno disponibili Blind Spot Detection, Traffic Sign Recognition, Traffic Jam Assist, ACC (Adaptive Cruise Control), Light Assist e anche Emergency Assist.

Motori Ordinabile dalla fine dell’anno, Tarraco sarà in vendita a trazione anteriore o integrale, con due motori a benzina TSI (il quattro cilindri 1.5 TSI 150 CV abbinato a trazione anteriore e cambio manuale a sei rapporti e il 2.0 da 190 CV con cambio DSG 7 rapporti e sistema di trazione integrale 4Drive) e con il diesel 2.0 TDI quattro cilindri nelle due opzioni da 150 e 190 cv. A 24 mesi dal lancio arriverà l'ibrida plug-in capace con 210 Cv. I prezzi? Per ora sono top secret.