Sei in Archivio

NOVITA'

BMW Arriva il nuovo X4: il Suv che sa tanto di coupé

La trazione integrale xDrive a suo agio sia su asfalto che in off-road. Motori turbo (3 benzina, 4 diesel) e cambio sequenziale a 8 rapporti

di Lorenzo Centenari -

28 settembre 2018, 17:46

BMW Arriva il nuovo X4: il Suv che sa tanto di coupé

MISANO ADRIATICO (Rimini) - Anno pari, sigle pari. Che nell’alfabeto Bmw significano «sport». In primavera la baby X2, alle porte dell’autunno la X4 di seconda generazione, sorella minore del «Sac Alpha» X6 e gemella diversa di nuova X3, con la quale condivide la piattaforma.

Già, a soli 4 anni dal debutto (e 200 mila unità vendute nel mondo, 10 mila sul mercato italiano), lo sport activity coupé di taglia M abbandona un pianale per un altro, e prima di mettersi a correre si dà allo stretching. 81 mm in più di lunghezza, 37 mm in più la carreggiata posteriore, 3 mm in meno in altezza. A tutto vantaggio della penetrazione aerodinamica (Cx 0,30), quindi anche dei consumi (favoriti pure da un dimagrimento di 50 kg).

ESPLOSIVA

Se in passato la X4 era una vettura atletica, ora è l’immagine dell’esplosività fatta automobile. Rispetto a nuova X3, nemmeno ora il Suv-coupé di Monaco fa nulla per passare inosservato, e inosservati - proprio a causa di un lunotto posteriore obliquo e striminzito - rischiano di passare anche bici o pedoni che sfilano a poca distanza durante le manovre in retromarcia. Linee spioventi, ma il bagagliaio non ne risente: 525 litri di capacità di carico equivalgono a un upgrade di 25 litri. All’interno (sei colorazioni, preferenza al Rosso Bmw), il solito arsenale tecnologico dell’Elica, di mese in mese più sofisticato: date per scontate le funzioni di navigazione e connettività col proprio cellulare, citiamo la scheda Sim preinstallata dalla quale accedere ai servizi Bmw Connect. Cioè a una vera e propria dimensione parallela: dall’assistenza a distanza alla possibilità di collegarsi all’auto da remoto tramite smartphone, smartwatch e device domestici (Amazon Alexa, Google Home).

COME VA

Ma X4 2018 (prezzi a partire da 53.850 euro, optional esclusi…) è fatta anche e soprattutto per essere guidata, sia in strada (eccellenti le sospensioni M Sport), sia - ammesso che al cliente tipo interessi - in off-road. La trazione integrale xDrive (di serie, almeno quella) lavora bene su asfalto come sul terriccio, perdonando le peggior intemperanze e avvalendosi in particolare di un differenziale posteriore a controllo elettronico che sembra abbia il cervello, per come legge il grado di aderenza. Una distanza da terra di 204 mm e angoli di attacco (25,7°), di dosso (19,4°) e di uscita (22,6°) da fuoristrada provetto fanno il resto.

L’offerta propulsori è ben studiata: tre turbo benzina (il 2 litri da 184 o 252 Cv e l’esuberante 3 litri da 354 Cv della M40i) e quattro turbodiesel (2 litri 190/231 Cv, 3 litri da 265 cv, o 326 cv per l’M40d), ma il pubblico nostrano non si allontanerà dalla xDrive20d, mix di potenza e costi di esercizio sostenibili (5,4 litri di gasolio per 100 km). Listino come sempre lacrime e sangue: a parziale consolazione, dei 10-15 mila euro che in media il cliente spende per personalizzare la sua X4, il cambio automatico (un rapido sequenziale a 8 rapporti) non ha alcuna colpa, poiché è già incluso.

L’IDENTIKIT
BMW X4 xDrive20d
Dimensioni lungh. 4752 mm, largh. 1918, alt. 1621, passo 2864
Bagagliaio 525/1430 litri
Motore 1995 cc, 4 cil. in linea turbodiesel Euro6c. 190 Cv, 400 Nm
Trasmissione cambio automatico a 8 rapporti Steptronic, trazione integrale xDrive
Prestazioni vel. max. 213 km/h, 0-100 km/h in 8”0
Consumi 5,4 l/100 km (combinato)
Emissioni CO2 142 g/km
Prezzo da 55.650 euro a 63.150 euro (MSport)

CI PIACE
Design esterno, tecnologia digitale, prestazioni brillanti, guida in off-road leggero

NON CI PIACE
Visibilità posteriore, spazio interno di seconda fila, allestimento base povero