Sei in Archivio

BERCETO

"Una bretella per togliere il passaggio dei camion dal centro

Il sindaco Lucchi: «Abbiamo inoltrato la richiesta di realizzazione della variante all'Anas. In quest modo si eviterebbero dannose vibrazioni e quindi danni alle mura del Duomo"

di Mattia Monacchia -

06 ottobre 2018, 22:57

L’ultimo consiglio comunale ha portato una notizia che i bercetesi attendono da anni: verrà realizzata la bretella per togliere il traffico pesante dal centro.

Il Consiglio, che si è riunito il 29 settembre, ha votato all'unanimità la proposta del sindaco, di chiedere ufficialmente all’Anas di realizzare tale variante.

In questo modo si eviterebbero dannose vibrazioni alle mura dell’ottavo secolo e soprattutto al Duomo, ma si eviterebbero anche ingorghi su strade piuttosto strette che richiedono manovre complesse ai mezzi pesanti, specialmente quando , in caso di incidenti sull’A15, il casello di Berceto diventa uscita obbligatoria per i veicoli. Come ha spiegato il sindaco Lucchi, i tempi per realizzare l’opera non sono enormi: «Anas, sostenuta anche dalla Regione Emilia Romagna ( nella persona dell’assessore. Raffaele Donini), dovrebbe, in tempi brevi, realizzare il progetto esecutivo, presentato dal Comune, e sottoporlo a pratica Via (Valutazione Impatto Ambientale) o procedimento unico come suggeriscono i dirigenti urbanistici della Regione. Trattandosi di opera pubblica fa variante agli strumenti urbanistici.

La bretellina prevista nel progetto congiunge la Statale 62, all’altezza della casa cantoniera detta Ripasanta, alla ex Strada Statale per Chiavari, che la Regione chiede che sia statalizzata nuovamente, nei pressi del Camposanto di Berceto.

I terreni sono di proprietà di Rosa Maria Ghirardini e Italo Pizzati i quali hanno firmato una dichiarazione, al Comune, di cessione gratuita per la costruzione di questa bretellina».

La richiesta, completa di tutta documentazione necessaria è già stata inoltrata ai dirigenti dell’Anas, e visti gli ottimi rapporti tra Anas e amministrazione, allontanare i camion dal centro è un obiettivo più vicino. Molti politici bercetesi avevano provato a perseguirlo: Gino Cavazzini, Primo Savani, Giuseppe Molinari, per esempio, vi avevano provato. Lucchi ha ricordato che in tempi più recenti « avevano fatto un tentativo l’assessore Giorgio Conti e l’amministrazione Bettoni».