Sei in Archivio

DOMENICA 7 OTTOBRE

Rimpatri di migranti, Italia e Germania ai ferri corti

Salvini e Di Maio: "Nei nostri aeroporti non atterrerà nessun charter"

07 ottobre 2018, 21:36

Rimpatri di migranti, Italia e Germania ai ferri corti

Botta e risposta Italia-Germania sui respingimenti secondari dei migranti. 'Se qualcuno, a Berlino o Bruxelles, pensa di scaricare in Italia decine di immigrati con dei voli charter non autorizzati, sappia che non c'è e non ci sarà nessun aeroporto disponibile. Chiudiamo gli aeroporti come abbiamo chiuso i portì, dice in una nota il ministro dell’Interno Salvini. 'Non abbiamo sottoscritto nessun accordo sui secondary movement', gli fa eco il vicepremier M5s Di Maio. Ma da Berlino il portavoce del ministero dell’Interno dice  che 'nei prossimi giorni non è pianificato alcun volo per rimpatri in Italià.

DI MAIO ATTACCA:  GIORNALI E UE VOGLIONO FAR CADERE IL GOVERNO
IL CALO DELLA RISCOSSIONE AZZERA INCASSI DEL CONDONO NEL 2019

Di Maio attacca: 'Giornali e Ue vogliono far cadere il governo. Ma più fanno così, più ci compattanò. Il leader del M5s prevede alle europee 'un terremoto politico in Europa che ci aiutera». Durissimo l’offensiva del M5s contro Repubblica, definito 'il quotidiano dell’ingannò. 'E' emergenza libertà di stampà, dice il presidente dell’Ordine dei giornalisti Verna. Sulla manovra, domani la prova dei mercati dopo la bocciatura Ue dei numeri del Def. I sindacati, dice Camusso, sono pronti alla mobilitazione. Dalla relazione tecnica al decreto fiscale emerge che l’incasso della rottamazione ter sarà azzerato nel 2019 dal minor gettito di riscossione e ricalcolo delle rate della rottamazione bis.

 GLI TOLGONO LA PATRIA POTESTA', GETTA LA FIGLIA DAL BALCONE
BIMBA IN FIN DI VITA, FIGLIO FERITO. RISCHIA IL LINCIAGGIO

Dopo che gli è stata tolta la patria potestà, durante una lite con la moglie, getta la figlia di 3 anni dal balcone al terzo piano di un palazzo nel rione Paolo Vi a Taranto e accoltella il figlio di 14 anni. La bimba è in fin di vita, il ragazzino non è grave. Il padre, un 49enne di Taranto, è stato arrestato e, quando è stato portato via dai carabinieri, ha rischiato il linciaggio da parte dei residenti della zona.

100MILA ALLA MARCIA PERUGIA-ASSISI: "NESSUNO RESTI INDIETRO" 
GLI ORGANIZZATORI: DARE IL NOBEL PER LA PACE AL MODELLO RIACE

Centomila persone, fra le quali almeno 10mila studenti da tutta Italia, hanno partecipato secondo gli organizzatori alla 'Marcia della Pacè Perugia-Assisi. Ad aprire la manifestazione un grande striscione con la scritta 'Fraternita». 'E' insopportabile quanto accade intorno a noi, nessuno va lasciato indietro e da solò, ha detto Flavio Lotti, uno degli organizzatori proponendo anche di candidare al Nobel per la pace 'il modello Riacè.

COLLISIONE TRA NAVI IN CORSICA, ALLARME INQUINAMENTO
UNA MOTONAVE HA COLPITO UN PORTACONTAINER:  CARBURANTE IN MARE

Incidente in mare tra due navi 14 miglia al largo di Capo Corso, in acque internazionali vicine alla Corsica. La motonave Ulisse che porta camion e auto e la motonave portacontainer Cls Virginia si sono urtate. Non risultano al momento feriti. Secondo quanto riferito dalla Capitaneria di Genova, la Ulisse avrebbe colpito la Virginia, che per motivi da accertare forse era ferma in mare. La Francia, che sta gestendo le operazioni di soccorso, ha chiesto anche all’Italia il supporto per fronteggiare l’inquinamento per il carburante che sarebbe fuoriuscito da una delle due navi. Sono partiti mezzi da Livorno, Porto Aranci e Genova.

GIOVANE UCCISO A NAPOLI, SI COSTITUISCE L’OMICIDA
ERA FIGLIO DI UN CAMORRISTA, SOGNAVA UNA VITA NORMALE

Un 21enne, Raffaele Perinelli, incensurato, è morto all’ospedale Cardarelli di Napoli per una ferita da coltello al petto. Poche ore dopo si è costituito l’omicida, un venditore ambulante di 31 anni, anch’esso incensurato. Ha spiegato di aver incontrato casualmente ieri sera la vittima, con la quale aveva già avuto un diverbio giorni prima, e di averlo colpito al culmine di una nuova lite. la vittima era era figlio di un camorrista, ucciso in un agguato nel giugno del 2003, ma non aveva seguito le orme paterne e per sè sognava una vita normale.

GIALLO SUL GIORNALISTA SAUDITA SCOMPARSO:  "UCCISO" 
"OMICIDIO BARBARO NEL CONSOLATO DI RIAD A ISTANBUL"

Sarebbe stato ucciso il giornalista saudita critico di Riad Jamal Khashoggi nel consolato dell’Arabia Saudita a Istanbul. Lo ha scritto il Washington Post, attribuendo la conclusione agli investigatori turchi. Nessun commento dalle autorità saudite. Un amico del giornalista fa sapere che si è trattato da un "barbaro omicidio" e che le autorità turche ne daranno notizia domani o martedì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA