Sei in Archivio

messico

Arrestata coppia, lui confessa l'uccisione di 20 donne. Per vendere le ossa

09 ottobre 2018, 11:33

Arrestata coppia, lui confessa l'uccisione di 20 donne. Per vendere le ossa

Una coppia che trasportava resti di un cadavere in un passeggino, è stata arrestata dalla polizia ad Ecatepec, nello Stato di Mexico, confinante con la capitale messicana, e durante l’interrogatorio l'uomo ha confessato di avere ucciso almeno 20 donne, e che questo gli permetteva di «vendere le loro ossa».
Presentati domenica ad un giudice nel carcere 'Sergio Garcia Ramirez' Juan Carlos e Patricia (i loro cognomi non sono stati resi noti) sono stati assegnati alla carcerazione preventiva perchè «rappresentano un pericolo per la società».
Una perizia psichiatrica ha determinato che i due soffrono di disturbi psichici gravi, ma che comunque «sono in grado di distinguere fra il bene ed il male».
Sulla base di informazioni ricevute durante l’interrogatorio dei due, ha riferito il quotidiano El Universal, la procura ha reso nota l’identità di una decina di vittime. Ed ha inviato quindi un team di agenti in due edifici nel quartiere Jardines de Morelos di Ecatepec dove hanno rinvenuto numerosi resti umani malamente occultati.
Parti di cadaveri sono state trovate in vaschette di plastica, ed altre in buste all’interno di un surgelatore. Tutto il materiale recuperato è stato consegnato ad una equipe di periti che dovranno determinare a quante persone apparteneva, per un successivo tentativo di identificazione.(

© RIPRODUZIONE RISERVATA