Sei in Archivio

BOLOGNA

Poliziotti rapinarono pusher, confermate condanne in appello

I fatti a Bologna nel 2011, i quattro vennero anche arrestati

09 ottobre 2018, 20:10

(ANSA) - BOLOGNA, 9 OTT - La Corte d'Appello di Bologna ha confermato le pene stabilite in primo grado per i quattro poliziotti delle 'volanti' accusati di aver picchiato e rapinato tre spacciatori. Si tratta di Francesco Paolo Pace, condannato a tre anni e 10 mesi, mentre Giovanni Neretti, Alessandro Pellicciotta e Valentino Andreani sono stati condannati a tre anni e 6 mesi. I fatti, due diversi episodi, risalgono all'autunno del 2011 e le indagini furono condotte dall'allora procuratore aggiunto Valter Giovannini e dalla pm Manuela Cavallo. Gli agenti vennero anche arrestati, nel marzo del 2012. Tre le vittime, tutti cittadini maghrebini (due dei quali furono espulsi prima della sentenza di primo grado). In un caso, il 21 ottobre del 2011, la vittima fu rapinata da un equipaggio; nell'altro, il 12 novembre, un pusher fu portato a Castenaso, nel Bolognese, malmenato e abbandonato con un timpano perforato. Il pg Paolo Giovagnoli aveva chiesto la conferma delle condanne. I poliziotti sono stati difesi dagli avvocati Gabriele Bordoni, Savino Lupo e Giovanni Trombini. Le vittime dagli avvocati Ettore Grenci, Alessandro Ariemme e Carlotta Cassani. "Le presunzioni del procuratore generale hanno avuto la meglio sulle prove concrete portate dalle difese. Sconcertante", ha commentato l'avvocato Savino Lupo. "Solo per motivi procedurali - ha continuato il penalista - dovrò aspettare il deposito delle motivazioni della condanna in appello, ma fin d'ora so già senza alcun dubbio che non riusciranno ad essere convincenti. Andremo in Cassazione". (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA