Sei in Archivio

SAN POLO D'ENZA

Pugno in faccia per un sorpasso: 40enne denunciato

09 ottobre 2018, 14:01

Pugno in faccia per un sorpasso: 40enne denunciato

Un sorpasso ad un’auto che lo precedeva è stata la causa scatenante di una scena da western. Il conducente sorpassato ha  raggiunto l’automobilista "rivale", e l'ha bloccato e aggredito per una manovra ritenuta azzardata.  Il 20enne vittima dell’aggressione è finito in ospedale con una serie di traumi giudicati guaribili con una prognosi di 5 giorni. I carabinieri di San Polo d’Enza a cui il 20enne, con referto e fotografia dello sconosciuto aggressore alla mano, si è presentato formalizzandola denuncia, a conclusione delle indagini hanno identificato il responsabile. Si tratta di un 40enne residente a Canossa che i carabinieri di San Polo d’Enza hanno denunciato alla Procura reggiana con l’accusa di lesioni personali.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri la vittima, un 20enne reggiano, alla guida della sua autovettura stava percorrendo la provinciale 13 diretto verso Vetto quando ha sorpassato la vettura che lo precedeva. Una manovra che probabilmente non è piaciuta al conducente di quest’ultimo mezzo, che lo ha inseguito riuscendo a fermarlo. “Mi hai sorpassato nei presi di un semaforo, sei giovane e queste cose non devi farle.”
Questo il rimprovero sfociato in un diverbio, durante il quale il 40enne è passato dalle parole ai fatti sferrando un pugno al ragazzo, che si è poi rifugiato in un bar. L’aggressore - compreso che il ragazzo stava chiamando i carabinieri - è risalito in auto dileguandosi. Grazie alle telecamere di una vicina attività commerciale i carabinieri sampolesi hanno trovato le dovute conferme alla denuncia del giovane, che - grazie alla descrizione fatta ad un amico - era già riuscito a procurarsi una foto presa dal profilo facebook dell'aggressore.