Sei in Archivio

Altri sport

Adigemarathon: è iniziato il conto alla rovescia

Grande è l'attesa per questa quindicesima edizione che si avvia a superare i 1300 partecipanti dello scorso anno.

12 ottobre 2018, 18:00

Adigemarathon: è iniziato il conto alla rovescia
Adigemarathon, è iniziato il conto alla rovescia. Il comitato organizzatore della maratona internazionale Adigemarathon di canoa, kayak e rafting sul fiume Adige in programma domenica 21 ottobre presenterà la manifestazione giovedì 18 ottobre nella Sala Rossa della Provincia di Verona (sede di Piazza dei Signori).

Grande è l’attesa per questa 15esima edizione che si avvia a superare i 1300 partecipanti dello scorso anno. Lo scorso anno il K2 olimpico composto da Erich Marvin e Richter Felix (WV Schierstein) vinse la 14a edizione della maratona degli agonisti, tagliando il traguardo della veronese Pescantina dopo 35 chilometri dalla trentina Borghetto d'Avio, col tempo di 2 ore 2 minuti e 51 secondi davanti al K2 olimpico del Cus Pavia Francesco Balsamo e Davide Marzani (2 ore 4 minuti e 13 secondi) ed il belga Corrijn Dries (2 ore 4 minuti 19 secondi) che si è aggiudicato il titolo nel K1 olimpico.

Esaurite già a fine settembre le iscrizioni per la discesa in gommone: oltre 400 tra famiglie ed appassionati scenderanno dall’Isola di Dolcè per godere un’indimenticabile giornata a contatto con la Natura ed il fiume Adige. Complessivamente gli iscritti hanno già superato quota 700,suddivisi tra gli agonisti che gareggeranno sul tradizionale percorso di 35 chilometri da Borghetto di Avio (Trento) a Pescantina (Verona); e dall’Isola di Dolcè i ragazzi tra i 12 e 15 anni che saranno protagonisti della Mezza Maratona; gli amatori in canoa, gli equipaggi della gara di Rafting (R6) valevole per il campionato italiano maratona e la gara di SUP. «Come sempre auspichiamo che l’Adigemarathon sia baciata dal sole come nella scorsa edizione, costituendo una bella giornata di sport sia agonistico che amatoriale» anticipa Vladi Panato, presidente del Canoa Club Pescantina organizzatore della manifestazione col Canoa Club Borghetto d’Avio, il fondamentale supporto del Comune di Dolcè e Pescantina ed il patrocinio di Provincia di Verona, Provincia di Trento, Comuni di Avio, Brentino Belluno, Rivoli Veronese. «Fondamentale sarà il ruolo degli oltre 300 volontari» evidenzia Panato «che vigileranno affinché tutto si svolga in sicurezza». Proprio Borghetto d’Avio sarà la sede della partenza di una delle gare internazionali più attese dell’anno. L’Isola di Dolcè, a sua volta, sarà per l’ennesima volta sinonimo della festa della canoa e del rafting italiano, da sempre la festa del volontariato. Lungo l'Adige quasi 400 volontari saranno impegnati nei vari servizi di supporto e per garantire ai partecipanti sicurezza, colazioni e ristori. Lungo il percorso volontari del Canoa club Pescantina opereranno con la Protezione civile di Brentino Belluno e la Croce Rossa Comitato della Valpolicella (Sant'Ambrogio di Valpolicella e Pescantina) e Bardolino; i pescatori dell’associazione Libertas Valdadige daranno supporto nella vigilanza lungo il fiume, insieme ad agenti e mezzi delle forze dell'ordine.

Il Canoa club Borghetto d'Avio curerà il servizio di ristoro per gli atleti alla partenza di Borghetto d’Avio mentre la Protezione civile ambientale di Verona sarà impegnata nella logistica e viabilità.

Sull’Isola di Dolcè il punto ristoro sarà gestito dal Gruppo Alpini di Dolcè sotto lo sguardo del gruppo comunale di Protezione civile che, in collaborazione col Corpo di polizia locale di Dolcè, vigilerà su viabilità e parcheggi. Da parte sua, sempre sull’isola, l’Avis Valdadige promuoverà la donazione del sangue.

Altrettanto prelibati saranno i ristori lungo la discesa. I partecipanti, amatori e appassionati di rafting in primis, si potranno ristorare sulla sponda di Volargne, sempre nel Comune di Dolcè, poco distante dalla storica Villa del Bene. Il ristoro sarà, come di consueto, gestito da Pro loco e Gruppo Alpini di Volargne.

Più avanti verso il traguardo, ecco un altro storico ristoro: quello di Santa Lucia di Pescantina allestito dalle sezioni Avis di Settimo, Balconi e Pescantina. Gran finale a Pescantina col tradizionale menù a base di tortellini, cotechino e pearà a cura delle cucine del Canoa Club Pescantina coordinate da Erminio Panato.

Adigemarathon: è iniziato il conto alla rovescia

© RIPRODUZIONE RISERVATA