Sei in Archivio

CAGLIARI

Carceri: nuova aggressione in ospedale a Cagliari

Detenuto tenta di strangolare agente con cavo elettrico

16 ottobre 2018, 13:50

(ANSA) - CAGLIARI, 16 OTT - Ancora alta tensione tra detenuti e agenti di polizia penitenziaria a Cagliari. Un recluso ricoverato in ospedale, nel reparto di psichiatria, ha aggredito un poliziotto attorcigliandogli un cavo elettrico attorno al collo. Lo denuncia il sindacato Sappe che, con Donato Capece, segretario generale, sollecita il ministro della Giustizia e il capo del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria a intervenire. "Una situazione allucinante, tanto più grave se si considera che questa è l'ennesima aggressione che avviene proprio nell'ospedale cagliaritano - commenta Luca Fais, segretario regionale per la Sardegna del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria - il fatto è avvenuto stanotte verso mezzanotte e mezzo. L'agente è stato preso alle spalle e solo grazie all'intervento dell'altro collega in servizio, del personale medico e infermieristico, nonché della guardia giurata in servizio in quel reparto e dei colleghi, sopraggiunti sul posto per dare il cambio del fine turno, si è evitata una tragedia. Successivamente i colleghi hanno dovuto ricorre alle cure del caso nel vicino pronto soccorso, ai quali è stata assegnata una prognosi rispettivamente di 7 giorni e 5 giorni".(ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA