Sei in Archivio

MARTEDI' 16 OTTOBRE

Juncker avverte l'Italia: "Deviazione nei conti inaccettabile"

Salvini e Di Maio: "Si rassegni"

16 ottobre 2018, 21:19

Juncker  avverte l'Italia:

 Il presidente della Commissione Ue Juncker avverte l’Italia sulla manovra: «Se accettassimo le deviazioni» rispetto alle regole europee, «alcuni Paesi ci coprirebbero di ingiurie». Se ne parlerà al Consiglio Ue con il premier Conte dove «l'Italia non sarà messa sotto accusa» e i giudizi saranno fatti «riguardo ai risultati in termini di bilancio e saldo» perchè «l'Europa non sopravvivrebbe all’uscita dell’Italia». Tusk: serve dialogo rispettoso Italia-Ue. Di Maio ribatte: «Juncker continui pure a rivoltarsi, gli rimane tempo fino a maggio». Poi: 'Nessun condono, i giornali fanno propagandà. E Salvini rimarca: «La manovra è passata, Juncker se ne faccia una ragione». Borsa a +2,2%, lo spread oscilla intorno a 294 punti.

ARRIVA LA FLAT TAX AL 15%, MA SOLO FINO A 65MILA EURO
PRESSIONE FISCALE AL 41,8%. STANGATA SU BANCHE-ASSICURAZIONI

La flat tax al 15% per gli autonomi riguarderà le imprese e i professionisti con ricavi fino a 65.000 euro. E’ quanto si legge nel Draft Budgetary Plan inviato a Bruxelles. Il governo non esclude tuttavia di ampliare la platea nel corso dell’iter parlamentare della manovra. Nelle intenzioni del governo, la pressione fiscale sarà del 41,8% del Pil nel 2018 e nel 2019. La spending review varrà nel 2019 circa 3,6 miliardi di cui 2,5 dai tagli ai ministeri. Stangata da 4 miliardi per le assicurazioni e le banche, col rinvio della deducibilità di svalutazioni e perdite e altri «interventi fiscali».

 CAOS SUL NUMERO CHIUSO A MEDICINA: "LO ABOLIAMO, MA NON ORA" 
ANNUNCIO NEL COMUNICATO DEL CDM, POI IL GOVERNO SI CORREGGE

Caos sulla notizia dell’abolizione del numero chiuso a Medicina, contenuta nel comunicato ufficiale del CdM secondo il quale la norma sarebbe contenuta nella Legge di Bilancio. Il ministro all’Istruzione Bussetti però fa sapere subito che non gli risulta e con la ministra della Salute Grillo spiega di aver chiesto l’aumento di accessi e contratti per le borse di studio. Infine Palazzo Chigi si corregge: l’abolizione del numero chiuso è un obiettivo di medio termine e non avverrà subito.

 ANCHE IL SENATO DICE SI' AL TAGLIO DEI VITALIZI, FESTA M5S
DELIBERA DEL CONSIGLIO DI PRESIDENZA. DI MAIO:  ORA LE REGIONI

Il consiglio di Presidenza del Senato ha approvato la delibera sul taglio ai vitalizi anche per gli ex senatori, con 10 voti a favore e 1 astenuto. Sono usciti al momento del voto i senatori di Pd e Fi. I leghisti Paolo Arrigoni, Roberto Calderoli, Tiziana Nisini e Paolo Tosato celebrano lo «stop a vecchi e assurdi privilegi». Festa in piazza dei senatori del M5s, esulta Di Maio e rilancia sulle Regioni spiegando che nella manovra ci sarà una norma affinchè anche loro taglino i vitalizi, e in caso contrario saranno bloccati i fondi inviati da Roma per pagarli.

L’ALLARME DI TONINELLI PER I PILONI DELLA A24 E A25
DL GENOVA, BOCCIATO IL RIPRISTINO DELLE NORMATIVE ANTIMAFIA

Allarme del ministro Toninelli per lo stato di salute di «alcuni piloni dei viadotti della A24 e A25», la «strada dei parchi» che collega Lazio e Abruzzo, da lui visionati e trovati «in condizioni così degradate da risultare allarmanti». Ma per il vicepresidente del Cda di Strada dei parchi, la struttura «in condizioni normali è sicura». Le commissioni Trasporti e Ambiente hanno bocciato intanto gli emendamenti al dl Genova sul ripristino della normativa di prevenzione antimafia. Il premier Conte chiarisce: «Non significa evitare le opportune cautele».

 TENSIONE ROMA-PARIGI SUL CASO CLAVIERE, NUOVO SCONFINAMENTO
A LODI UNA COLLETTA RIPORTA I BAMBINI IMMIGRATI ALLA MENSA

Alta tensione fra Roma e Parigi per lo sconfinamento di gendarmi transalpini che avrebbero 'depositatò alcuni migranti a Claviere. Salvini respinge le scuse francesi e parla di «offesa senza precedenti». Ma ci sarebbe stato un altro caso, ad agosto. Parigi parla di «strumentalizzazione politica» e minimizza: «Errori da entrambe le parti». Le spe per i bimbi extra-Ue a Lodi pagati con un fondo di donazioni. E Salvini attacca Fico. Udienza del Riesame per il sindaco di Riace Domenico Lucano, lui:'Andiamo avanti da soli, senza contributì.

KHASHOGGI UCCISO NEL CONSOLATO, LA POLIZIA TROVA LE PROVE
IL RE SAUDITA ASSICURA TRASPARENZA E RICHIAMA IL CONSOLE

La polizia turca ha compiuto nuove ispezioni nel consolato saudita a Istanbul, nel corso delle quali ha trovato le prove che il giornalista Jamal Khashoggi è stato ucciso lì. L’Alto commissario per i diritti umani, Bachelet, ha chiesto che venga revocata l’immunità al console saudita, mentre il re saudita bin Salman ha assicurato il suo appoggio per «un’inchiesta completa, trasparente e tempestiva». Il console saudita è stato richiamato in patria ed avrebbe già lasciato la Turchia. ---.

© RIPRODUZIONE RISERVATA