Sei in Archivio

manovra

Durissima la Commissione Ue: "Italia,deviazione senza precedenti nella storia"

Conte: "Non è vero". Tria resta fiducioso: "Spero di avvicinare le nostre posizioni con quelle europee"

18 ottobre 2018, 20:30

Durissima la Commissione Ue:

Il bilancio italiano mostra una deviazione «senza precedenti nella storia del Patto di stabilità», dovuta ad una espansione vicina all’1% e ad una deviazione dagli obiettivi pari all’1,5%: lo scrive la Commissione Ue nella lettera all’Italia che sottolinea «un non rispetto particolarmente serio con gli obblighi del Patto» e chiede al Governo di dare una risposta ai rilievi entro lunedì 22 ottobre.

Deviazione senza precedenti? «Forse si riferiscono al valore assoluto. Ma noi già dovevamo partire da un riallineamento all’1,2%, più le clausole Iva si andava al 2%. Dal 2% al 2,4% è smentito che si tratti di una deviazione senza precedenti». Lo afferma il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa dopo il vertice europeo commentando la lettera dell’Ue. Già in precedenza Conte aveva sottolineato parlando con i cronisti che sul deficit/Pil «non c'è una grossa deviazione».

«Abbiamo ricevuto la lettera con le osservazioni della commissione. Si apre quello che abbiamo definito un dialogo costruttivo partendo da valutazioni diverse sulla nostra politica economica. Abbiamo constatato queste valutazioni diverse, riteniamo di dovere approfondire le nostre spiegazioni delle ragioni della nostra politica, di far conoscere meglio alla commissione le riforme strutturali che porteremo avanti con la legge di bilancio e quindi di poter avvicinare speriamo le nostre posizioni». Così il ministro Tria al termine dell’incontro con Moscovici.