Sei in Archivio

CULTURA

Fotografia: a Lodi va in scena il Premio Voglino creato da Cecilia Pratizzoli

Il premio fotografico è stato creato dall'artista parmense per la valorizzazione degli autori italiani

18 ottobre 2018, 19:13

Fotografia: a Lodi va in scena il Premio Voglino creato da Cecilia Pratizzoli

E' in programma per il 20 e 21 ottobre a Lodi il Premio Voglino, in programma durante il Festival della Fotografia Etica. Quattro le categorie: premio Miglior Portfolio, premio Giovane Talento (per chi non ha compiuto il 35° anno di età), premio Fotografia Etica, premio Dummy Photobook.
Sabato e domenica si terranno le letture portfolio durante le quali i partecipanti incontrano i vari professionisti del settore e presentano il proprio lavoro. Domenica 21 ottobre la giuria si riunirà per selezionare i finalisti. Lunedì 22 ottobre saranno comunicati i nomi dei finalisti, mentre per la premiazione è in calendario per domenica 28 ottobre, all'interno del Festival della Fotografia Etica. 

Il Premio Voglino è "made in Parma": porta la firma infatti di Cecilia Pratizzoli, che scova nuovi talenti fotografici.

Artista fotografa e curatrice di eventi d’arte, laureata in materie umanistiche, ha sviluppato le proprie competenze in importanti aziende del territorio: Barilla, Chiesi Farmaceutici, Formart (Ente Regionale di Formazione), Cariparma Credit Agricole.
“Dopo anni dedicati alle Human Resources – racconta attraverso un comunicato stampa – ho iniziato il mio percorso nel mondo della fotografia collaborando con enti e istituzioni di settore e acquisendo sempre maggiore padronanza nella gestione e nel coordinamento di realtà ed eventi legati alla diffusione di questa forma d’arte”. Nel 2014 fonda il Premio Voglino: un punto di incontro tra artisti e professionisti dell'ambito, oggi anche piattaforma online volta alla valorizzazione e alla diffusione del linguaggio fotografico italiano. “Sono impegnata a creare una rete nazionale che metta in comunicazione e in scambio continuo fotografi emergenti con personalità e realtà autorevoli. Il Premio Voglino è un frutto
concreto di questa mia intuizione”. Cecilia è inoltre co-fondatrice di un centro di ricerca per la cultura fotografica radicato sul territorio emiliano: Home For Photography di Reggio Emilia; ha coordinato e diretto svariate mostre fotografiche nazionali e collabora con festival, curatori, artisti, scuole di formazione, enti locali, per l’organizzazione di eventi legati al mondo fotografico. 
“Sono partita da Parma con un’idea, una visione e ora il Premio Voglino è diventato una realtà di riferimento a livello nazionale per tutti i fotografi affermati e i giovani talenti appartenenti alla comunità fotografica italiana”, racconta. “Il Premio è ospitato da una delle rassegne più influenti, il Festival della Fotografia Etica di Lodi, e le mostre degli artisti premiati potranno viaggiare, grazie alla rete di partner creata, in altre importanti realtà come il Festival di Fotografia Europea di Reggio Emilia e il Festival Internazionale di Fotogiornalismo di Padova”. Il Premio Voglino si avvale dunque della collaborazione di professionisti ed esperti che, negli anni, hanno creduto nell’idea di Cecilia. L’evento è accolto con gradimento dalla comunità fotografica nazionale, come dimostra il sempre crescente numero di iscritti e il sempre elevato livello di professionalità dei giurati nominati.
“Da quest’anno, poi, tratta anche photobook e libri d’artista, con l’istituzione della categoria Dummy Photobook, rivolto a tutti gli autori italiani che desiderino presentare i propri lavori sotto forma di progetto editoriale – spiega Cecilia – e sono orgogliosa del fatto che anche FIAF, la Federazione Italiana di Associazioni Fotografiche, creda in me e nel mio Premio. I positivi frutti
raccolti mi hanno dato lo slancio per ampliare gli orizzonti del Voglino: da qui il circuito Italian Photography Network, rete di centri di cultura fotografica in Italia, gallerie, musei e festival”. 

Ogni candidato può partecipare al Premio Voglino 2018 registrandosi al sito www.premiovoglino.com. Ciascun iscritto potrà scegliere all’interno di una rosa di esperti giurati il Lettore che preferisce. Saranno poi i Lettori a candidare i progetti più meritevoli alla selezione finale del Premio e tra i progetti ammessi alla fase finale i giurati decreteranno i vincitori di ciascuna categoria. “Ci tengo a precisare – conclude - che tutti i portfolio finalisti saranno pubblicati sulla nostra piattaforma fotografica digitale, dedicata a tutti gli autori italiani di talento. La collezione d’arte fotografica nata negli anni grazie al Premio Voglino costituisce un bacino di opere disponibile a partner e istituzioni che già aderiscono o aderiranno al circuito”.