Sei in Archivio

MOTORI

Ford, la Focus «migliore di sempre»? Questione di connettività e sicurezza

di Lorenzo Centenari -

22 ottobre 2018, 00:11

Ford, la Focus «migliore di sempre»? Questione di connettività e sicurezza

Stile, blasone, rapporto qualità prezzo. Ma se l’odierna generazione (la quarta) è "la Focus migliore di sempre", la ragione è soprattutto nel suo tasso di tecnologia, un pozzo senza fondo di sistemi di ogni tipo.

Due le materie nella quale nuova Focus è la prima della classe, connettività ed elettronica di sicurezza. FordPass Connect il nome del modem integrato che trasforma l’auto in un hotspot wi-fi su quattro ruote, e al quale è possibile associare fino a 10 dispositivi. Scheda dati virtuale gestita da Vodafone, abbonamenti su distanza settimanale, mensile o annuale. Innovativa interfaccia è poi l’app FordPass, scaricata la quale sul proprio smartphone, in un click apri e chiudi la vettura ovunque tu sia, accendi il motore, localizzi l’auto in un parcheggio multipiano e monitori il suo stato di salute complessivo (livello olio e carburante, pressione pneumatici, etc).

Dal display del cellulare al sedile di guida: degli 11 nuovi sistemi di assistenza alla guida offerti a bordo di Focus 2018 (di serie, o in abbinamento al pacchetto Co-Pilot360), 8 sono per il marchio Ford una prima assoluta. E se funzioni come Adaptive Cruise Control con Stop&Go, Lane Centering Assist (evoluzione del Lane Keeping Assist) e Speed Sign Recognition sono «Adas» visti e rivisti, più interessante è l’Active Park Assist Upgrade. Che a differenza di sistemi più tradizionali, non solo gestisce selezione del parcheggio e rotazione del volante, bensì anche il cambio, l’accelerazione e la frenata. Wow…