Sei in Archivio

hi-tech

VIDEOGAME. Call of duty ancora in cima alle classifiche

Black ops 4, il nuovo first-person shooter di Activision, punta tutto sull'online_ht_online_vg_cod4

di Riccardo Anselmi -

22 ottobre 2018, 20:43

VIDEOGAME. Call of duty ancora in cima alle classifiche

Per il digital entertainment, le settimane da ottobre a novembre sono le più calde dell’anno. Spesso diventa una vera e propria sfida tra le major del settore, che in questo lasso di tempo, in vista dello scambio di regali per le festività e il black friday, vorrebbero piazzare i titoli più importanti, ma d’altro canto anche evitare lo scontro diretto con preannunciati campioni di incassi. Lo spauracchio a questo giro si chiama Red dead redemption 2, il kolossal western in uscita su Ps4 e Xbox one il 26 ottobre, con alle spalle Rockstar, reduce dai sei miliardi di dollari raccolti finora da Grand theft auto V, che al debutto, nel settembre 2013, aveva già fissato il Guinness world record per un weekend di lancio: oltre un miliardo di dollari. L’altro big del momento è “Call of duty: Black ops 4”, ultimo capitolo di una serie di sparatutto che da un decennio abbondante si riconferma in cima alle classifiche. Già disponibile per Pc, Ps4 e Xbox one, in tre giorni ha sfondato il muro dei 500 milioni di dollari di incassi, per la prima volta la maggioranza guadagnati non dalla vendita delle copie fisiche del gioco nei negozi tradizionali, ma sul fronte digitale, via download, dagli store delle console o, nel caso del Pc, da quello ufficiale dell’editore Activision, cioè Battle.net. D’altronde è lo spirito stesso del videogame ad andare in questa direzione. Black Ops 4 segna infatti uno spartiacque per la serie, che è sempre stata legata idealmente alla sfera competitiva dei match online. Adesso però abbandona totalmente la campagna di stampo cinematografico da giocare da soli, per concentrarsi esclusivamente sulle modalità multiplayer. In questo senso l’offerta è più varia del solito. Call of duty rimane uno dei titoli più giocati online per l’immediatezza del gameplay, qui perfezionato da anni e anni di esperienza nel genere. Basta prendere il joypad in mano e si è subito a casa, ma tutto ora è anche molto più scorrevole. In più in Black ops 4 è stata aggiunta la modalità Blackout, che rilegge in stile Cod il filone oggi tanto in voga dei battle royale, anche se la vera star è l’azione co-op delle mappe zombi. Nato come divertissement all’epoca di Call of duty: World at war (2008), la modalità Zombi, in cui con gli amici si fa strage di orde di mostri, è diventata un piatto principale, qui con addirittura tre diverse ambientazioni, dal Colosseo dell’antica Roma al Titanic, passando per la prigione di Alcatraz.