Sei in Archivio

ISTANBUL

Khashoggi: fidanzata, si sentiva sicuro in Turchia

Dopo invito Casa Bianca: 'Da Trump solo se Usa fanno giustizia'

26 ottobre 2018, 19:40

(ANSA) - ISTANBUL, 26 OTT - La fidanzata di Jamal Khashoggi, Hatice Cengiz, non accetterà l'invito di Donald Trump a recarsi alla Casa Bianca finché non sarà convinta del pieno impegno americano per assicurare alla giustizia i responsabili dell'uccisione del reporter. Lo ha detto la stessa Cengiz, in un'intervista alla tv turca Haberturk, in cui ha raccontato di essere stata chiamata dal segretario di Stato Usa Mike Pompeo, che le avrebbe però detto di non essere in grado di darle informazioni sul caso. La donna ha poi riferito che Khashoggi era preoccupato per l'appuntamento al consolato saudita, ma aveva deciso di andarci comunque dopo essere stato trattato bene durante la prima visita della settimana precedente. "Il suo network locale in Turchia, come quello politico, era molto buono. Pensava che la Turchia fosse un Paese sicuro e che se fosse stato trattenuto o interrogato la questione sarebbe stata risolta rapidamente" dalle autorità di Ankara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA