Sei in Archivio

ROCCABIANCA

Ponte sul Po a Ragazzola: via libera ad altri lavori per 6 milioni di euro

Il finanziamento è stato disposto dal ministero delle Infrastrutture

di Cristian Calestani -

27 ottobre 2018, 01:00

Ponte sul Po a Ragazzola: via libera ad altri lavori per 6 milioni di euro

Via libera ad altri lavori per 6 milioni di euro sul ponte Verdi sul Po tra Ragazzola e San Daniele Po, attualmente percorribile a senso unico alternato regolato da semafori.

I nuovi lavori - dopo che nei giorni scorsi è stata aggiudicata la gara per un altro intervento che consentirà di reintrodurre il doppio senso di marcia entro marzo 2019 - sono quelli resi possibili da un finanziamento di 6 milioni di euro disposto dal ministero delle Infrastrutture.

Obiettivo, in questo caso, quello di aumentare la durata della vita utile del ponte con esecuzione dell’intervento al di sotto della carreggiata, quindi non sarà necessaria la chiusura al traffico.

«Dalla Conferenza dei servizi conclusasi positivamente ieri - fanno sapere dalla Provincia - sono giunte alcune prescrizioni che però non bloccano l’iter e, pertanto, si può procedere con gli ulteriori passaggi. La seduta di ieri è servita per acquisire tutti i pareri, le autorizzazioni e i nulla osta necessari all’approvazione del progetto definitivo ed esecutivo dell’intervento da parte dei 19 enti che ne hanno titolo. Il passaggio successivo sarà l’audizione per il parere obbligatorio del provveditore alle opere pubbliche delle regioni Emilia–Romagna e Lombardia, che terrà la prima seduta utile il 30 ottobre. Ottenuto quel parere potrà iniziare ufficialmente la verifica della progettazione, che è già stata affidata ad un soggetto esterno abilitato. Conclusa la verifica, sarà possibile approvare il progetto definitivamente e bandire la gara d’appalto, tempo previsto 45 giorni circa, quindi si stima a metà dicembre».

«Questa seconda tranche di lavori - specificano ancora dalla Provincia - fa seguito ad un primo intervento, già aggiudicato e di avvio a giorni, finalizzato a reintrodurre il doppio senso di marcia con limitazione di portata a 44 tonnellate, consentendo quindi il transito anche a bus e camion, per un importo di 2,1 milioni di euro, finanziati da Provincia di Parma e Regione Emilia–Romagna, a seguito del precedente intervento della Provincia di Cremona per 1,8 milioni di euro con finanziamento dalla Regione Lombardia».

Il sindaco di Roccabianca Marco Antonioli ha ringraziato la Provincia di Parma per il lavoro svolto, auspicando che si continui sulla strada del contenimento dei tempi di intervento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA