Sei in Archivio

PIACENZA

Risse su appuntamento, gli inquirenti: "Azzardato definirlo un Fight Club"

'Non ci sono lesioni gravi o querele di persone ferite'

26 ottobre 2018, 19:55

Risse su appuntamento, gli inquirenti:

«Non vi sono lesioni gravi o querele di persone ferite. L’enfasi è data dall’annuncio sui social, per cui molti curiosi accorrono. L’accostamento al Fight Club mi sembra poco appropriato, o azzardato». Lo dice il procuratore per i minorenni di Bologna, Silvia Marzocchi, interpellata dall'agenzia Ansa sulle "risse su appuntamento", la pericolosa moda tra ragazzini a Piacenza. Sabato scorso sono stati 63 i giovani identificati dalla Polizia.
«Si tratta di più risse, o presunte tali dovendosi svolgere indagini, avvenute in giorni diversi, che vedono contrapposti gruppi composti, ciascuno, da maggiorenni e minorenni», spiega la responsabile della Procura per i minori, che ha competenza sull'Emilia-Romagna.