Sei in Archivio

TRIMESTRALE

Parmalat, ricavi -6,3% per le difficoltà dei mercati canadese e australiano

30 ottobre 2018, 17:54

Parmalat, ricavi -6,3% per le difficoltà dei mercati canadese e australiano

Parmalat ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con un fatturato di 4.532,2 milioni di euro, in calo del 6,3% sullo stesso periodo dell’anno precedente, al netto dell’iperinflazione in Venezuela. A tassi di cambio e perimetro costanti e senza considerare l’apporto del Venezuela, si legge in una nota di Parmalat, il fatturato netto risulta in linea con l’anno precedente mentre i volumi di vendita crescono dell’1,2 per cento.
I primi nove mesi dell’anno, si legge nella nota, hanno confermato le forti difficoltà in alcuni dei principali mercati in cui il gruppo opera, in particolare in Australia, Canada e in alcune realtà minori, quali Messico e Zambia. Per contrastare tali criticità sono stati "implementati importanti interventi organizzativi e definiti piani di azione nelle aree acquisto materia prima, industriale, commerciale e logistica". La prima parte dell’anno è stata, inoltre, "condizionata dai risultati del segmento dei prodotti in polvere e da eventi non ricorrenti, quali gli scioperi e l’impatto negativo stagionale legato alla valorizzazione del magazzino in Canada".
Per l’intero esercizio Parmalat conferma di aspettarsi una flessione del fatturato netto di circa l’1% e di un calo dell’Ebitda fino al 3% "a causa delle difficoltà in particolare in Canada e Australia".