Sei in Archivio

SPORT

Giro d'Italia 2019: il 22 maggio i ciclisti attraverseranno Parma

Partenza sabato 11 maggio da Bologna, arrivo il 2 giugno a Verona. Un solo sconfinamento a San Marino

31 ottobre 2018, 18:13

Giro d'Italia 2019: il 22 maggio i ciclisti attraverseranno Parma

Il Giro d’Italia tornerà a Parma nel 2019: mercoledì 22 maggio l’undicesima tappa della corsa rosa (presentata oggi pomeriggio a Milano) partirà da Carpi e si concluderà a Novi Ligure, dopo 206 chilometri interamente pianeggianti. 
L’ultima volta del Giro nella nostra città risale al 19 maggio 2017, nelle battute iniziali della Reggio Emilia – Tortona (vinta dal colombiano Gaviria). In attesa dei dettagli del percorso, è praticamente scontato che, proprio come un anno e mezzo fa, la gara transiterà sulla via Emilia e attraverserà il centro cittadino, compresa Piazza Garibaldi.

La prossima edizione del Giro partirà il l’11 maggio a Bologna, con una spettacolare cronoscalata lungo le rampe che portano al Santuario della Madonna di San Luca, dopodiché si sposterà sul versante tirrenico discenderà la penisola fino a Terracina, per poi risalire dal lato Adriatico e, appunto, attraversare l’Emilia nell’undicesima frazione. Quindi sarà la volta delle grandi montagne, con la riproposizione della mitica Cuneo-Pinerolo prima della sfida finale sulle Dolomiti. Conclusione, non inedita ma neppure abituale, con una cronometro a Verona. A.D.

UN SOLO SCONFINAMENTO. La 102esima corsa rosa conta 21 tappe, per 3.518,5 km totali: si correrà quasi esclusivamente in Italia, con un solo sconfinamento (a San Marino), tre crono e cinque tappe di alta difficoltà, con il Gavia e il Mortirolo. Gran finale nel sontuoso palcoscenico dell’Arena di Verona. C'è anche un arrivo a San Giovanni Rotondo, nella 6° tappa.

L'edizione 2019 della corsa rosa, organizzata da Rcs Sport-La Gazzetta dello Sport, è stata presentata oggi a Milano. Ci saranno tre tappe contro il tempo, sei per velocisti, sette collinari e cinque di montagna, per sette arrivi in salita e 46 mila metri di dislivello. Verranno celebrati Fausto Coppi, nel centenario della nascita; Leonardo da Vinci, a 500 anni dalla morte; Indro Montanelli, Padre Pio e Gioacchino Rossini. L’arrivo a L’Aquila ricorderà con emozione il decimo anniversario del terremoto del 6 aprile 2009.

RICCIONE FESTEGGIA LA PARTENZA DELLA NONA TAPPA. «Siamo pronti per la volata che proietterà Riccione in un’occasione unica di promozione e visibilità per il nostro territorio. La nona tappa a cronometro Riccione-San Marino del Giro d’Italia 2019 sarà il momento culminante di grande sport che la città, nell’ambito di numerosi eventi sportivi, ha in serbo nei prossimi mesi. Stiamo mettendo in cantiere iniziative collaterali che arricchiranno e saranno di richiamo per sportivi ed appassionati con il coinvolgimento dei cittadini». Lo dice l’assessore allo Sport del Comune di Riccione, Stefano Caldari, a Milano insieme al sindaco Renata Tosi per la presentazione del prossimo Giro d’Italia.