Sei in Archivio

CATANIA

Nave Diciotti, la Procura chiede l'archiviazione del caso: "Scelta politica insindacabile"

Il ministro dà la notizia in diretta Facebook. La magistratura aveva ipotizzato il reato di sequestro di persona

01 novembre 2018, 14:30

Nave Diciotti, la Procura chiede l'archiviazione del caso:

La Procura di Catania ha formulato la richiesta di archiviazione nei confronti del ministro dell'Interno Matteo Salvini per la vicenda della nave Diciotti. Lo ha annunciato il ministro dell’Interno Matteo Salvini in una diretta Facebook.

La Procura ha motivato la richiesta di archiviazione dell’accusa di sequestro di persona dicendo che il ritardo nello sbarco dalla nave Diciotti è «giustificato dalla scelta politica, non sindacabile dal giudice penale per la separazione dei poteri, di chiedere in sede Europea la distribuzione dei migranti (e il 24 agosto si è riunita la Commissione europea) in un caso in cui secondo la convenzione Sar sarebbe toccato a Malta indicare il porto sicuro». 

SALVINI: "BUONA NOTIZIA PER ME, I GUFI SARANNO ABBACCHIATI". La Procura, dice il documento firmato dal procuratore Carmelo Zuccaro, letto da Salvini in diretta Fb, «ha trasmesso al collegio per i reati ministeriali presso il tribunale di Catania gli atti relativi al procedimento penale» per il reato di sequestro di persona relativo alla vicenda Diciotti e ai fatti avvenuti tra il 20 e il 25 agosto. Il collegio ha dichiarato la propria «incompetenza per territorio» e ha disposto la trasmissione degli atti alla procura di Catania «per il tramite di quella di Palermo». Nel trasmettere gli atti Zuccaro ha «formulato richiesta motivata di archiviazione». «E' una buona notizia per me, i gufi dei centri sociali saranno abbacchiati», ha commentato Salvini.

Il ritardo nello sbarco dalla nave Diciotti è «giustificato dalla scelta politica, non sindacabile dal giudice penale per la separazione dei poteri, di chiedere in sede Europea la distribuzione dei migranti (e il 24 agosto si è riunita la Commissione europea) in un caso in cui secondo la convenzione Sar sarebbe toccato a Malta indicare il porto sicuro». Così la Procura di Catania motiva la richiesta di archiviazione del ministro Salvini dell’accusa di sequestro di persona.

«Quanto si è pagato per quest’inchiesta? Quanti uomini sono stati impiegati?». E’ quanto si è chiesto il ministro dell’interno Salvini annunciando la richiesta di archiviazione della Procura per la vicenda Diciotti. «Sono innocente - ha aggiunto - potevo e dovevo bloccare gli immigrati».