Sei in Archivio

LUNEDI' 5 NOVEMBRE

Veti incrociati M5S-Lega: in bilico la fiducia sul dl Sicurezza

05 novembre 2018, 20:26

Veti incrociati M5S-Lega: in bilico la fiducia sul dl Sicurezza

VETI INCROCIATI M5S-LEGA, IN BILICO FIDUCIA SU DL SICUREZZA
CONTE, DECIDEREMO ENTRO DOMANI, PRESCRIZIONE E’ NEL CONTRATTO Una riunione sul ddl anticorruzione, prima dell’inizio dei lavori della commissione, tra il Guardasigilli Alfonso Bonafede e i parlamentari M5S-Lega, non è bastata a dirimere la questione della prescrizione. Secondo fonti di governo M5S le posizioni restano distanti ed è necessaria un’interlocuzione a livello politico superiore. Il governo potrebbe porre la questione di fiducia sul provvedimento, Conte 'stiamo valutando questa soluzione, ci riserviamo fino all’ultimo, domani scioglieremo la riservà. Il premier ricorda che la prescrizione 'è nel contrattò. Il relatore ritira l’emendamento sulla prescrizione ma nel nuovo testo cambia solo il titolo. Salvini avverte: 'questione delicata che non va affrontata a colpi di emendamentì. Nugnes (M5S): se si mette la fiducia esco dall’Aula, il dl sicurezza crea più irregolari.

LA MANOVRA ALLA PROVA DELL’EUROGRUPPO, NESSUNA DECISIONE OGGI
MOSCOVICI: LE SANZIONI SONO LA SOLUZIONE PEGGIORE

'Oggi ci sarà una discussione sulla manovra italiana, ma non prenderemo nessuna decisionè. Lo ha detto il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno, sottolineando che i Paesi dell’eurozona si aspettano 'una nuova bozza di bilanciò su cui 'torneremo a dicembrè. Il ministro Tria cerca una sponda europea, ma il vicepresidente della Commissione Dombrovskis insiste: 'la deviazione di bilancio italiana è considerevole, serve una correzione considerevolè. Moscovici: 'con l’Italia voglio un dialogo vigoroso, continuo, ininterrotto. Le sanzioni sono la peggiore delle vie d’uscità. Le Maire, Italia afferri la mano tesa dalla Commissione.

CONTE: STATO DI EMERGENZA PER LA SICILIA IN SETTIMANA
DOMANI A PALERMO I FUNERALI DELLE NOVE VITTIME

'La Sicilia sarà tra quelle regioni per le quali andremo a deliberare uno stato di emergenza nel prossimo Cdm in settimanà, ha detto il premier Conte aggiungendo: stiamo cercando di aumentare il plafond. Era abusiva e andava demolita la casa nel Palermitano dove per l’esondazione di un corso d’acqua ingrossato dalla pioggia sono morte 9 persone, tra cui 2 bambini. Il Tar di Palermo non aveva mai sospeso l’ordine di demolizione. Domani in cattedrale i funerali. Il ministro Costa: serve una norma veloce per gli abbattimenti. La Bei e il ministero dell’Ambiente, secondo fonti, stanno lavorando sul finanziamento da 800 milioni per un grande piano di opere contro il dissesto idrogeologico.

 L’AMERICA ALLE URNE PER ELEZIONI MIDTERM, REFERENDUM SU TRUMP
USA ESENTANO DA SANZIONI A IRAN 8 PAESI, C'E' L’ITALIA

Usa al voto per il rinnovo del Congresso e 36 governatori. I dem conservano il vantaggio sui repubblicani nell’ultimo sondaggio generale della Cnn: 55% a 42%. Per 7 persone su 10 sarà una sorta di pronunciamento su Trump che, da par suo, evoca la preoccupazione per il voto illegale. Il boom dell’economia Usa è mio e non di Trump: così Obama facendo campagna elettorale a Chicago. E’ scattato intanto il nuovo round di sanzioni Usa all’Iran imposto dal presidente americano dopo l’uscita di Washington dall’accordo sul nucleare. C'è anche l’Italia tra i Paesi che verranno esentati, e che potranno temporaneamente continuare a importare petrolio dall’Iran. Gli altri Paesi sono Cina, India, Corea del Sud, Turchia, Grecia, Giappone e Taiwan.


PETIZIONE SI' TAV SUPERA 50MILA ADESIONI, SABATO IN PIAZZA
MA CHIAMPARINO AVVERTE:  EVITARE LE STRUMENTALIZZAZIONI

Sfonda il tetto delle 50mila adesioni la petizione sì Tav, mentre imprese e sindacati saranno in piazza sabato a Torino a sostegno della Tav stessa. 'Il governo sta elaborando l’analisi costi benefici; quando sarà chiusa ci sarà un confronto col territoriò, così la sindaca di Torino, Chiara Appendino, che assicura: 'mi farò garante col governo del dissensò. Monito del governatore Chiamparino: non strumentalizzare le voci a favore. ---.

INGHIOTTE PALLINA, BIMBO DI UN ANNO MORTO IN OSPEDALE
ERA STATO RICOVERATO D’URGENZA NELLA TARDA SERATA DI IERI

Non ce l’ha fatta il bimbo di un anno rimasto soffocato, nella tarda serata di ieri, da una pallina che aveva ingoiato per gioco. Ricoverato d’urgenza all’ospedale di Novara, le sue condizioni sono apparse da subito disperate. Il piccolo è morto nella tarda mattinata di oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema