Sei in Archivio

REGGIO EMILIA

Francesco Amato non risponde al giudice. Confermato l'arresto

Il 55enne aveva tenuto in ostaggio diverse persone in un ufficio postale. Voleva parlare solo in presenza dei giornalisti

08 novembre 2018, 18:30

Francesco Amato non risponde al giudice. Confermato l'arresto

Il giudice Luca Ramponi ha convalidato l’arresto per Francesco Amato, il 55enne che lunedì scorso si era barricato all’interno di un ufficio postale di Reggio Emilia, tenendo in ostaggio cinque impiegati per otto ore. L’uomo resta in carcere dove sarebbe comunque rimasto a prescindere dalla convalida dell’arresto per sequestro di persona semplice e porto d’armi, ma non a scopo di coazione: su di lui infatti pendeva già l’ordine di cattura dopo la sentenza di primo grado del processo Aemilia che lo ha visto condannare a 19 anni per associazione mafiosa.
Amato si era reso latitante per 4 giorni per poi rendersi protagonista della folle azione alle Poste. In mattinata è stato portato davanti al giudice dove si è avvalso della facoltà di non rispondere poiché gli è stata negata la richiesta di far entrare i giornalisti davanti ai quali voleva parlare in aula.
L’avvocato difensore Franco Beretti si era opposto alla misura cautelare. Il giudice si era riservato per la decisione, arrivata invece nel pomeriggio con la conferma dell’arresto e del carcere.