Sei in Archivio

VENERDI' 9 NOVEMBRE

"La Raggi mentì per non dimettersi": il pm chiede 10 mesi

09 novembre 2018, 20:15

 La Procura di Roma chiede la condanna a 10 mesi della sindaca Virginia Raggi, imputata per falso nel processo sulle nomina di Renato Marra alla direzione del dipartimento Turismo del Comune. Secondo il pm Ielo, 'mentì alla responsabile dell’Anticorruzione del Campidoglio a dicembre del 2016' perchè se avesse detto che la nomina di Marra era stata gestita dal fratello sarebbe incorsa in un’inchiesta e, 'in base al codice etico allora vigente nel M5s avrebbe dovuto dimettersì. In caso di condanna, chiarisce Di Maio sulle possibili dimissioni della sindaca, 'il nostro codice di comportamento parla chiarò. Ma dice in aula: 'Il codice del 2016 sugli indagati non è stato mai applicatò.

TRIA A CENTENO: "FARE COME VUOLE L’UE SAREBBE UN SUICIDIO" 
MONITO DI BANKITALIA: ABBATTERE LO SPREAD E NO AL CONDONO

Botta e risposta sulla manovra tra il presidente dell’Eurogruppo Centeno e il ministro dell’Economia Tria dopo l’incontro a Roma. 'Non ho dubbi sull'impegno dell’Italia per l’euro e la crescita sostenibilè, ma 'è essenziale che la legge di Bilancio dimostri questi impegnì, dice Centeno. 'Per evitare la procedura di infrazione servirebbe una manovra suicidà, la replica del responsabile del Tesoro. Al governo anche il monito di Bankitalia nell’audizione del vicedirettore Signorini: 'L'aumento dello spread rischia di vanificarè gli sforzi per la crescita e 'il condono può disincentivare a pagare le tassè.

 DOMANI IN PIAZZA PER LA TAV, E’ SCONTRO SUI COSTI-BENEFICI
M5S-LEGA E IL NODO PRESCRIZIONE. BONAFEDE:  NESSUN CEDIMENTO

Domani a Torino la protesta dei pro-Tav contro le posizioni del comune guidato dai Cinquestelle, la sindaca assicura che la sua posizione non è ideologica e promette di 'ascoltare tuttì. E' scontro intanto sul lavoro della commissione per l’analisi del rapporto costi-benefici delle grandi opere. Il ministero dei Trasporti afferma che il lavoro è 'in avanzato stato di elaborazionè, Di Maio sostiene che «una sola opera entra nel contratto di Governo senza passare per la clausola dell’analisi costi-benefici, ed è la Tav'. Ma per Chiamparino 'ci raccontano ballè. Resta l’ombra della prescrizione sui rapporti Lega-M5s, Bonafede assicura: nessun cedimento al Carroccio, ma Salvini ribadisce: Se non c'è la 'riformonà, la prescrizione non c'è».

SALVINI VUOL TAGLIARE LE SCORTE: "CHI NON RISCHIA VA IN TAXI" 
PG CASSAZIONE: CONFERMARE IL SEQUESTRO DI 49 MILIONI ALLA LEGA

A breve partirà una razionalizzazione delle 585 scorte attualmente in vigore, di cui 15 per personalità nei confronti delle quali c'è massima allerta. Lo affermano fonti del Viminale. 'Non mi permetterò di guardare nomi e cognomi delle scortè, assicura il ministro Salvini, che su Saviano commenta: 'Chi rischia sarà tutelato, chi non rischia prenderà il taxì. Il sostituto Pg della Cassazione Dall’Olio chiede di respingere il ricorso della Lega contro l’ordinanza del riesame di Genova che ha disposto il sequestro preventivo fino a 49 milioni del Carroccio per la truffa sui rimborsi elettorali.

 LA CONFESSIONE DI MICHELLE:  MALIA E SACHA CONCEPITE IN VITRO
DUELLO A DISTANZA CON TRUMP: NON PERDONO GLI ATTACCHI A BARACK

Michelle Obama ha confessato, in un’intervista alla Abc, di aver avuto un aborto spontaneo vent'anni fa e di aver usato la fecondazione in vitro per avere Malia e Sasha, le sue due figlie. Nel suo libro di memorie 'Becoming', in uscita martedì, la ex Fist lady ha anche attaccato il presidente Trump, dicendo di non perdonarlo per aver messo in dubbio il certificato di nascita di Barack Obama. 'Non dimentico cos'ha fatto Obama alle forze armate, sono state decimate. E non lo dimentico per molte altre cosè, la replica a stretto giro del presidente.

 LE FIAMME MINACCIANO I VIP DI MALIBU', 157MILA EVACUATI
BRUCIA ANCORA LA CALIFORNIA, LE AUTORITA' TEMONO VITTIME

La California brucia e le autorità ordinano l’evacuazione di Malibu, la rinomata località dei vip che si affaccia sull'oceano Pacifico. L’incendio divampato nelle ultime ore continua a crescere ed è imprevedibile, affermano le autorità che non escludono possibili morti, pur non sbilanciandosi sulle stime. Dalle aeree interessate dai roghi 157 mila persone sono state costrette ad evacuare.

 IL MALTEMPO SFREGIA PORTOFINO, CEDE LA PIAZZETTA
BORGO ISOLATO DAL 29 OTTOBRE, SI RAGGIUNGE SOLO DAL MARE

Il maltempo non concede pace a Portofino. Nel piazzetta, cuore del borgo, è avvenuto un cedimento a causa delle piogge cadute negli ultimi due giorni che hanno fatto gonfiare il rio Fondaco che corre sotto il selciato a ciottoli della piazza. L’area è stata interdetta. Il borgo dei vip è isolato dal 29 ottobre quando la mareggiata ha distrutto in più punti la strada che unisce Portofino a Santa Margherita Ligure. Il paese è come un’isola: è raggiungibile solo dal mare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA