Sei in Archivio

BOLOGNA

Ordigno bellico nel Bolognese, 1600 da evacuare per bonifica

Operazioni per messa in sicurezza scatteranno domenica 18/11

10 novembre 2018, 15:50

(ANSA) - BOLOGNA, 10 NOV - Ritrovato un ordigno bellico di circa 100 libbre, risalente alla Seconda guerra mondiale, a Rastignano, alle porte di Bologna. Le operazioni di bonifica prevedono l'evacuazione di circa 1.600 persone nella 'danger zone' sul territorio del comune di Bologna e sono in programma domenica 18 novembre a partire dalle 7 del mattino. L'ordinanza è stata firmata dal sindaco bolognese Virginio Merola. L'ordigno, di fabbricazione americana, è emerso durante i lavori di scavo nell'alveo del fiume Savena e risulta ancora armato di entrambe le spolette. Per questo sarà necessario metterlo in sicurezza sul posto per poi farlo brillare in un altro luogo. In base alle indicazioni del Comando Reggimento Genio Ferrovieri di Castelmaggiore, nel raggio di un chilometro e mezzo dal punto in cui si trova la bomba verranno adottate particolari misure di sicurezza. Nella zona interessata dalla bonifica non dovranno essere presenti persone e le attività dovranno essere chiuse. Il Centro di raccolta per ospitare le persone interessate dall'evacuazione sarà Villa Mazzacorati. Il Centro servizi Giovanni XXIII dell'Asp Città di Bologna sarà invece presidio sanitario per eventuali persone non autosufficienti o che presentino particolari esigenze sanitarie e terapeutiche.(ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA