Sei in Archivio

salute

Passeggiate, merende e controlli: il diabete si può battere anche così

Tante iniziative fino al 29 novembre. A Parma i malati sono 27 mila

13 novembre 2018, 17:03

Passeggiate, merende e controlli: il diabete si può battere anche così

Il diabete si può tenere prevenire o tenere sotto controllo seguendo sani stili di vita e puntando sulla diagnosi precoce. Per far passare il messaggio e celebrare la giornata mondiale di lotta al diabete, che cade domani, Ausl, ospedale Maggiore e Associazione giovani diabetici (AGD) di Parma organizzano diverse iniziative a Parma e provincia.

Il filo conduttore della giornata 2018 è «Il diabete coinvolge ogni famiglia. Puoi riconoscere i segnali d’allarme nella tua?». Un italiano su 12 ha questa malattia o è a rischio di averla e non sempre lo sa. A Parma e provincia i diabetici sono un grande numero: circa 27 mila, quelli con il diabete tipo 2, dunque 7 persone ogni cento. Fino al 19 novembre la facciata d’ingresso dell’Ospedale Maggiore si tingerà di blu, il colore della lotta al diabete. Ecco tutti gli appuntamenti.

IN CITTÀ

Giovedì 15 novembre «Due passi per tenersi in forma anche con il diabete, parliamo e camminiamo insieme», dalle 15 nella sede dell’Associazione giovani diabetici di Parma, in via Argonne 4 con Maria Cristina Cimicchi, diabetologa dell’Ausl di Parma. A seguire, dalle 15.30, passeggiata di tre chilometri nelle vie del quartiere Molinetto. Dopo una merenda offerta a tutti i partecipanti, dalle 16.30 intervengono i professionisti dell’ospedale Maggiore Maggiore Tiziana Incerti, sull’importanza di una sana alimentazione, e Chiara Scarabello sul tema «Anche i bambini possono avere il diabete». E’ un’iniziativa realizzata dalle due Aziende sanitarie di Parma con la collaborazione di AGD e i medici di famiglia della Casa della Salute Montanara, con il patrocinio di AGD Italia Coordinamento tra le Associazioni italiane giovani con diabete e Fe.D.E.R. Federazione Diabete Emilia-Romagna.

Sabato 17 novembre, dalle 9 alle 13, in piazza della Steccata gli specialisti dell’ospedale Maggiore incontrano i cittadini per informarli sui corretti stili di vita, sull’importanza della prevenzione e per il controllo dei fattori di rischio, con la misurazione della glicemia capillare. Due tende e un ambulatorio mobile allestiti grazie alla Croce rossa ospiteranno i medici del Centro per la cura del diabete dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma assieme a infermieri, studenti in specializzazione e volontari di AGD Parma per rispondere alle domande dei cittadini.

Lunedì 19 novembre dalle 14 nell’aula congressi dell'ospedale Maggiore, convegno «Diabete tipo 1 in età pediatrica, conosciamolo insieme».

IN PROVINCIA

Oggi alle 16.30 a Colorno, al circolo Maria Luigia, incontro aperto a tutti sulle corrette scelte alimentari e su come riconoscere le «false informazioni».

Lunedì 19 novembre dalle 9 alle 13 a Borgotaro, in piazza Verdi, appuntamento con i professionisti dell’Ausl per la misurazione gratuita della glicemia, il calcolo del rischio di sviluppo del diabete e per ricevere informazioni sulla malattia.

Giovedì 29 novembre, nella sala Civica del Comune di Fornovo, dalle 18.30 alle 20.30, i professionisti dell’Ausl incontrano i cittadini per parlare di diabete e corretta alimentazione, senza rinunciare al gusto; al termine è offerto un aperitivo con degustazioni finger food.

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata da alti livelli di glucosio (zucchero) nel sangue (iperglicemia). Ne esistono due tipi: il diabete di tipo 1 (o insulino dipendente), che colpisce in genere bambini e giovani, e il diabete di tipo 2, la forma più comune.

I sintomi della comparsa del diabete sono sete intensa, necessità di urinare frequentemente o enuresi notturna (fare pipì a letto) nei bambini. Nel diabete tipo 2 i sintomi. possono essere più lievi o addirittura assenti: facile affaticamento, problemi alla vista, dimagrimento rapido, a volte difficoltà nella guarigione da ferite. Il primo riferimento è il medico di famiglia o il pediatra che, in caso di necessità, prescrive la visita dal diabetologo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA