Sei in Archivio

STATI UNITI

Il cuore di New York? Batte a ritmo di musica

Ecco gli indirizzi giusti per vivere il meglio degli show e dei concerti

di Luca Pelagatti -

20 novembre 2018, 10:36

Il cuore di New York?  Batte a ritmo di musica

La cronaca di questi giorni racconta che la Grande Mela è sommersa dalla neve. Ma anche se una tempesta come questa, con ghiaccio, vento e freddo gelido, può rallentare la vita di New York, di certo non può fermarla. E le serate di Manhattan - ma non solo - proseguono con il consueto ritmo fatto di spettacoli, appuntamenti imperdibili e show unici.

Per chi decida di andare nella Grande Mela questo, tra l'ìaltro, è un periodo ricchissimo: il calendario di eventi musicali è praticamente sterminato. E resta solo l'imbarazzo della scelta e la necessità di darsi da fare per procurarsi i biglietti.

Ecco allora una breve guida ai luoghi imperdibili per gli appassionati di musica, i locali e teatri più o meno conosciuti che sono parte integrante dell'identità musicale di New York. E l'indirizzo giusto per entrare nel cuore fatto di note della città.

Da quasi 85 anni, l’Apollo Theatre, ad Harlem, è un punto di riferimento per la scena musicale newyorkese e trampolino di lancio per artisti afroamericani emergenti. In questo teatro hanno iniziato la propria carriera alcune icone come Ella Fitzgerald, James Brown e Jimi Hendrix esibendosi alla Amateur Night, la celebre serata dedicata ai nuovi talenti. L’Apollo, pilastro della comunità di Harlem, presenta una programmazione fatta di teatro, danza, monologhi e molto altro. La programmazione dei prossimi mesi include l'Amateur Night Holiday Special che si svolgerà il 15 dicembre.
Lo scorso anno la Brooklyn Steel (Williamsburg, Brooklyn)è diventata una delle sale musicali più popolari dell’East Coast e un punto di riferimento per la scena newyorkese, grazie alle cinque serate di concerti sold-out della rock band LCD Soundsystem. Qui si può assistere a spettacoli e performance che abbracciano vari generi e stili differenti. Non solo Manhattan: la forza della Grande Mela è di saper esprimere luoghi ricchi di attrazione anche negli altri distretti: la riprova arriva con il Flushing Town Hall che si trova a Queens.

Costruito nel 1862, la Flushing Town Hall vanta una ricca storia al servizio della comunità del Queens come tribunale, banca, prigione, sala riunioni e sede per spettacoli di opera leggera e teatrali. Oggi lo storico municipio si è evoluto in una dinamica location multidisciplinare dove si intrecciano musica, danza ed eventi culturali perfetti per tutta la famiglia. Quest’anno il ricco programma propone appuntamenti di musica jazz, classica latino-americana e asiatica.
Toirnando a Brooklyn si trova il Kings Theatre, inaugurato nel 1928, un punto di riferimento per il distretto da quasi 90 anni. Dopo un restauro da 95 milioni di dollari, il Kings ha riaperto nel 2015 con un design rinnovato e una capienza da 3.000 posti a sedere. La nuova programmazione include le esibizioni, a breve, di artisti come Toni Braxton e Snoop Dog.
Non dimentichiamo il Bronx: il Lehman Center for the Performing Arts (a Jerome Park) festeggia il 38° anno di attività ma si rinnova: la sala musicale più importante del Bronx dispone infatti di 2.300 posti ma è attualmente in fase di espansione e ristrutturazione per debuttare a brevissimo con un nuovo look.
La Music Hall of Williamsburg (appunto nella zona di Williamsburg a Brooklyn) ha ottenuto il riconoscimento come uno dei migliori club rock negli Stati Uniti dall'apertura nel 2007. Questa sala ospita 550 persone ed è stata progettata tenendo in considerazione il miglior design acustico per consentire un’eccellente esperienza musicale e propone una ricca serie di concerti di artisti che, forse, da noi non sono ancora notissimi. Ma potrebbero diventarlo a breve.

Proseguiamo il tour nella New York da ascoltare e vedere con il Rough Trade NYC (ancora a Williamsburg, Brooklyn): si tratta della location newyorkese, inaugurata nel 2013, di Rough Trade, celebre etichetta indipendente e negozio di dischi londinese. Al suo interno un’ampia scelta di musica da comprare, un caffè e una sala concerti che propone una ricca programmazione di artisti consolidati ed emergenti. Chiudiamo con il Terminal 5 (a Hell’s Kitchen, Manhattan) che si sviluppa in uno spazio multilivello che ospita 3.000 persone in cinque ambienti distinti. Il locale presenta regolarmente concerti di star dell'hip-hop e alcuni dei DJ più famosi al mondo.
E se non ballate qui non lo farete da nessuna parte.

DA VEDERE
LE MILLE LUCI DEL ROCKFELLER
Quando arriva l'inverno e si avvicina il Natale, New York offre una serie di appuntamenti che sono ormai diventati dei classici. Il più proverbiale, probabilmente, è la visita dell'albero di Natale del Rockefeller Center, il più famoso di New York City. Di solito è alto almeno 23 metri ed è decorato con decine di migliaia di luci a LED. Quest'anno la data di accensione è fissata tra le 19 e le 21 di mercoledì 28 novembre. Ma non solo l'abete colorato: al Rockefeller center siu trova la pista di pattinaggio più famosa forse del mondo, conosciuta anche da chi non è mai stato a New York dal momento che è stata location di tanti film. Dominata dal tradizionale albero di Natale la pista consente a solo centocinquanta pattinatori per volta di pattinare all’interno di un luogo mitico e resterà aperta sino al 15 aprile 2019 con orario che va dalle 8.30 alle 24. C'è un solo piccolo problema da affrontare: il biglietto standard costa la bellezza di 25 dollari.

UNO SLITTINO A CENTRAL PARK
Quando la neve copre le collinette di Central Park il parco si riempie di gente che si diverte con lo slittino. Ed è divertente fare come loro. Più in profondità si va nel parco meno affollate saranno le discese.
Durante le festività natalizie, molti negozi allestiscono vetrine temporanee a Union Square Park, Columbus Circle e Bryant Park. Molti dei prodotti venduti in questi punti sono fatti a mano, quindi se stai cercando un souvenir per qualcuno di speciale, questi sono i posti dove trovare regali unici.