Sei in Archivio

TOKYO

Ghosn, arrestato e licenziato dalla Nissan, sceglie un ex pm come difensore

Il console brasiliano e l'ambasciatore francese hanno fatto visita all'ex-tycoon

24 novembre 2018, 10:41

Ghosn, arrestato e licenziato dalla Nissan, sceglie un ex pm come difensore

L’avvocato difensore dell’ex presidente del gruppo Nissan-Renault-Mitsubishi Motors, Carlos Ghosn - attualmente detenuto in un centro penitenziario a Tokyo, sarà la persona che ha guidato lo stesso team dei pubblici ministeri in un altro noto caso giudiziario, e che adesso hanno messo sotto investigazione l’ex tycoon. Lo ha riferito il giornale Asahi Shimbun, spiegando che Ghosh ha chiesto al giurista Motonari Otsuru di rappresentarlo, dopo l’arresto avvenuto il 19 novembre con l’accuse di illeciti finanziari relativi alla sottostima dei suo compensi, e altre violazioni tributarie. Otsuru era a capo del dipartimento del pool di investigatori nello scandalo che ha riguardato il portale internet Livedoor, nel 2006, che portò all’incriminazione del fondatore Takafumi Horie. Nel frattempo, è stato reso noto che il console generale del Brasile a Tokyo, Joao de Mendonica Lima Nieto, si è recato al centro detentivo per un incontro della durata di 20 minuti con il top manager, lo scorso giovedì, riferendo che Ghosn - di origine brasiliana - è in buone condizioni e senza problemi di salute. Due giorni prima anche l'ambasciatore francese in Giappone, Laurent Pic, aveva visitato Ghosn per un colloquio privato. L’ex tycoon attualmente ricopre ancore l’incarico di presidente della Renault, la casa auto che controlla il 43% della Nissan.