Sei in Archivio

AUTO

Fca investirà 5 miliardi in Italia, con 13 modelli nuovi o rivisti. Rimandata l'uscita dal diesel

"Verso la piena occupazione": nuovo suv Maserati a Cassino; a Mirafiori sarà prodotta la 500 elettrica, a Pomigliano un suv compatto dell'Alfa Romeo

29 novembre 2018, 14:51

Fca investirà 5 miliardi in Italia, con 13 modelli nuovi o rivisti. Rimandata l'uscita dal diesel

L’amministratore delegato di Fca, Mike Manley, è presente al tavolo con i sindacati, a Mirafiori. Con lui c'è il responsabile delle attività europee del gruppo, Pietro Gorlier. I nuovi vertici di Fca, che incontrano per la prima volta i sindacati, illustreranno il piano per gli stabilimenti italiani con i nuovi modelli e i tempi previsti per la loro entrata in produzione. 

Fca produrrà a Mirafiori la 500 elettrica. Saranno lanciati in Italia 13 nuovi modelli o restyling di modelli esistenti entro il 2019-2021, ma anche nuove motorizzazioni con tecnologia ibrida ed elettrica. Nello stabilimento di Pomigliano sarà prodotto il suv compatto dell’Alfa Romeo. Il modello affiancherà la Panda, che continuerà a essere prodotta nello stabilimento campano. A Melfi, dove attualmente si fanno la 500X e la Jeep Renegade, saranno prodotte anche la Jeep Renegade ibrida plug-in e la Jeep Compass. Nello stabilimento di Termoli sarà realizzata una nuova linea produttiva per realizzare i nuovi motori benzina Fire Fly 1.000, 1.300, turbo, aspirati e ibridi.
«A Cassino entro i prossimi 3 anni sarà prodotto un nuovo suv medio con marchio Maserati», ha detto il responsabile delle attività europee del gruppo, Pietro Gorlier nella conferenza stampa.

Il totale degli investimenti in Italia di Fca ammonterà a più di 5 miliardi di euro nel periodo 2019-2021. 

Gli interventi previsti per le fabbriche italiane garantiranno "una solida missione produttiva a tutti i siti italiani" e consentiranno di raggiungere l'obiettivo della piena occupazione, hanno detto i vertici di Fca ai sindacati.

RINVIATA L'USCITA DAL DIESEL. Fca ha rinviato l’uscita dal diesel prevista nel 2021, ha detto il segretario generale della Fim Marco Bentivogli, dopo l’incontro con l’ad Mike Manley e il responsabile delle attività europee Pietro Gorlier. A Pratola Serra verrà prodotta un’evoluzione degli attuali modelli diesel