Sei in Archivio

internet

Pubblicità: l'errore di un dipendente di Google causa un danno da 10 milioni di dollari

Ha creato un finto banner pubblicitario durante un corso, ma la pubblicità è andata in rete e dovrà essere pagata

06 dicembre 2018, 19:14

Pubblicità: l'errore di un dipendente  di Google causa un danno da 10 milioni di dollari

Avrà un costo milionario, per Google, l'errore di un singolo dipendente, che martedì scorso, per tre quarti d’ora, ha fatto comparire online un rettangolo giallo al posto dei classici banner pubblicitari. L’episodio è stato confermato da un portavoce dell’azienda al Financial Times, che stima il costo in 10 milioni di dollari.


Il rettangolo giallo è comparso dalle ore 19 alle 19:45 del 4 dicembre su migliaia di siti statunitensi e australiani. A farlo materializzare, un dipendente di Google che stava partecipando a un corso per aiutare i clienti a imparare come usare la piattaforma pubblicitaria dell’azienda.

Il dipendente inavvertitamente ha fatto un ordine per diffondere la sua finta pubblicità, offrendo a chi la ospitava - sempre per errore - un lauto guadagno: 25 dollari ogni mille visualizzazioni, contro un prezzo di mercato di 2 dollari.
Google ha dichiarato che pagherà i siti che hanno ospitato il finto banner pubblicitario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA