Sei in Archivio

venezia

Botte fuori dal bar, anziano muore mentre chiama il 112

Prima pugni e calci da conoscente, ipotesi d'accusa è omicidio

09 dicembre 2018, 17:40

Botte fuori dal bar, anziano muore mentre chiama il 112

Si è aggrappato al proprio cellulare per chiamare i carabinieri al 112 e chiedere soccorso ma dopo poche parole è caduto a terra senza vita vittima di un malore o delle percosse, a calci e pugni, ricevute precedentemente da un suo conoscente.
E’ accaduto nel pieno centro di Cavarzere, cittadina del veneziano, ad un 79enne, Armando Silvano Forza pensionato, che in precedenza era stato malmenato da un 58enne, operaio del luogo, con il quale si trovava spesso a giocare a carte.
Tutto è avvenuto davanti alla trattoria bar da dove erano appena usciti con l’aggressore, probabilmente in preda ai fumi dell’alcol - secondo gli stessi carabinieri giunti immediatamente sul posto - che ha ripetutamente colpito l'anziano dopo una discussione per futili motivi che il feritore ancora non ha saputo spiegare ai militari che lo hanno interrogato a lungo.
L’intervento dei sanitari del Suem 118 è stato inutile, l'anziano una volta caduto a terra è morto all’istante, mentre il feritore si allontanava nonostante alla scena avessero assistito più persone compreso il gestore del locale.
«Non parlo sono già stato interrogato abbastanza» dice questi, ma proprio persone come lui che hanno assistito alla scena e che sono state immediatamente sentite dai carabinieri, hanno permesso di rintracciare il 58enne che è stato denunciato a piede libero con l’ipotesi di reato di omicidio preterintenzionale.
Sul punto di caduta dell’anziano, in via Pescheria davanti al bar, non resta che la classica sagoma in gesso e un 'cerchiò con il punto di caduta del telefonino, poche le macchie di sangue anche perchè, tra le certezze, c'è quella che nessuna arma convenzionale o meno sia stata utilizzata. Sgomenti gli abituali avventori del locale che, appresa la notizia, non hanno saputo dare spiegazioni se non ricordare la presenza tranquilla e discreta dell’anziano conosciuto da tutti in paese.
Il Pm di turno, mentre i carabinieri oltre ad aver già sentito sia il 58enne che i testimoni stanno approfondendo la vicenda, ha disposto l’autopsia. Sarà l’esame autoptico a stabilire se la morte sia dovuta alle percosse o ad un malore, o ancora se vi sia un collegamento tra le due ipotesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA