Sei in Archivio

ancona

Sei morti in discoteca: identificato il minore che ha spruzzato lo spray. Minacce al gestore

09 dicembre 2018, 10:41

Sei morti in discoteca: identificato il minore che ha spruzzato lo spray. Minacce al gestore

E’ stato individuato ed identificato il minorenne che avrebbe spruzzato uno spray urticante all’interno della discoteca Lanterna Azzurra provocando il panico che ha poi portato alla morte di sei persone.
Secondo quanto si apprende sarebbe un minore della provincia di Ancona, identificato sulla base delle testimonianze e non sarebbe stato ancora sentito dalla Procura dei Minorenni. Sarebbe salito su una pedana per spruzzare lo spray urticante prima dell'arrivo del trapper.  Il suo, comunque, non è l'unico nome che è stato fatto ai carabinieri dai testimoni oculari.

Stabili le condizioni dei sette pazienti in prognosi riservata

Sono stabili le condizioni dei 7 pazienti in prognosi riservata ricoverati all’ospedale regionale di Torrette ad Ancona per le lesioni (traumi da schiacciamento) riportate nella calca mortale della discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo. Si tratta di giovani, tenuti in coma farmacologico, che potrebbero avere subito lesioni anche per mancanza di ossigeno. Stabili, tra gli altri, anche le condizioni di due ragazzi ricoverati in codice giallo, ma tenuti sotto stretta osservazione.

 680 biglietti venduti, 500 staccati

«Sono 680 i biglietti venduti e quasi 500 quelli staccati» per il dj set di Sfera Ebbasta alla discoteca Lanterna Azzurra, serata finita con una calca in cui sono morte sei persone. Lo ha detto all’ANSA il comandante provinciale dei carabinieri di Ancona, Cristian Carrozza. «La capienza della sala del concerto - ha aggiunto - è di 459 persone, due le sale aperte al piano terra, mentre quella interrata non era fruibile. La cifra di diffusa ieri di circa 1.400 biglietti si basava sui numeri delle matrici». Le differenze tra biglietti venduti e staccati sono emerse durante controlli successivi. I carabinieri cercheranno ora di capire perchè sulle matrici ci siano numeri così elevati.