Sei in Archivio

METEO

Il maltempo si sposta a Sud, domenica attesa la neve in pianura al Nord (Parma compresa)

14 dicembre 2018, 16:51

Il maltempo si sposta a Sud, domenica attesa la neve in pianura al Nord (Parma compresa)

Si sta spostando verso Sud l’ondata di maltempo che ha colpito l’Italia, mentre domenica è prevista neve in pianura a Nord a seguito di una nuova perturbazione. Piogge e rovesci sparsi, nevicate in Appennino in calo fin sotto i 1000-1200m sono previste per domani dal meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. «Ultimi fenomeni - aggiunge - sono previsti tra Lazio e Abruzzo mentre sul resto del Centronord il tempo sarà soleggiato ma freddo, con forti gelate notturne anche in pianura: sabato notte le temperature saranno diffusamente sottozero in Valpadana, con punte sotto i -5/-6 gradi nelle aree rurali, gelate anche al Centro».
Domenica è invece attesa una nuova perturbazione atlantica, che determinerà nevicate anche in pianura al Nord soprattutto tra sera e la notte su lunedì. Le aree a maggior rischio neve, precisa Ferrara, dovrebbero essere Piemonte sud-orientale, bassa Lombardia, Emilia e Liguria interna. Non esclusi fiocchi in città come Torino, Milano, Bergamo, ma soprattutto Alessandria, Pavia, Lodi, Piacenza, Cremona, Parma. Il clima sarà pienamente invernale con massime in genere non oltre i 2-3 gradi, salvo che nei grandi centri urbani e lungo le coste».
La stessa perturbazione, precisa il meteorologo, si estenderà anche a tutto il Centro entro domenica notte «determinando un nuovo peggioramento con piogge e rovesci diffusi, nevosi fin sotto i 1000m su Toscana, Umbria e Marche. In attesa invece il Sud dove la perturbazione arriverà essenzialmente lunedi», portando piogge e temporali anche incisivi sulla Campania, neve inizialmente a quote elevate ma in calo fin sotto i 1000-1500m entro fine giornata. Il maltempo - concludono da 3bmeteo.com - dovrebbe insistere anche al Centro con neve a tratti fino in collina sul medio versante adriatico, mentre al Nord è atteso un miglioramento con residui fenomeni tra bassa Lombardia ed Emilia Romagna in esaurimento».

Le previsioni per il Parmense, comune per comune.