Sei in Archivio

Val d'Enza

Maltrattamenti alla madre invalida, denunciato 37enne

15 dicembre 2018, 12:48

Maltrattamenti alla madre invalida, denunciato 37enne

Ha maltrattato per oltre una quindicina d’anni l’anziana madre - invalida al 100% per problemi psichiatrici e con gravi problemi di deambulazione - arrivando perfino a precluderle l’accesso al bagno di casa tanto da costringerla a fare i bisogni nel pannolone o, in alternativa, in un bidet adibito a wc che le aveva fatto installare nella camera da letto. Protagonista della vicenda, portata alla luce dai Carabinieri di San Polo d’Enza, nel Reggiano, un operaio 37enne denunciato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia continuati ed aggravati.
Le indagini condotte dagli uomini dell’Arma sono state avviate a seguito di una delega della Procura di Reggio Emilia che ha aperto un fascicolo sulla scorta di una relazione da parte dei Servizi Sociali in cui sono stati segnalati diversi episodi di maltrattamenti e di abbandono dell’anziana signora.
Il quadro ricostruito dai militari racconta di offese, minacce, violenza psicologica e alcuni episodi di percosse compiuti da 37enne nei confronti della madre in oltre 15 anni.
Tra i comportamenti più gravi contestati al 37enne il divieto imposto alla madre di utilizzare il bagno dell’abitazione comune: la donna era costretta ad espletare i propri bisogni fisiologici nel pannolone che indossava e che non riusciva a sostituire autonomamente. Erano gli operatori socio-assistenziali che andavano ad assisterla una volta al giorno, a provvedere alla pulizia dell’anziana trovata, in diverse occasioni, ricoperta dalle proprie deiezioni.
Sono state decine, nel corso delle indagini, i testimoni ascoltati dai Carabinieri di San Polo d’Enza che hanno anche acquisito la documentazione medica della donna grazie alla quale sono state riscontrate, oggettivamente, le accuse mosse in capo al figlio.