Sei in Archivio

IL VINO

Ammiccante e cremosa Monvasia Brut Metodo Classico di Casalone

di Andrea Grignaffini -

18 dicembre 2018, 19:33

Ammiccante e cremosa Monvasia Brut Metodo Classico di Casalone

Abituati a parlare di Malvasia di Candia e ultimamente anche dell’antica «di Parma» cogliamo l’occasione per raccontare un’altra storia quella della Malvasia Moscata, una varietà piemontese della Malvasia bianca, conosciuta e molto apprezzata già alla fine del Millequattrocento come dimostrato da Giovanni Battista Croce che così nomina questa cultivar: «Malvasia similmente nostrale fa l’uva longa, e folta con grani longhi è buona da mangiare, e da far vino, qual riesce dolce, & del sapor dell’uva».

Un vitigno che trovò estimatori anche in Francia considerandola «un’uva divina per l’intensità del suo aroma moscato, superiore a quello di tutte le altre».

Con il passar degli anni in Piemonte si andò affermando la Malvasia bianca, a scapito della Malvasia moscata, più facile da gestire, in seguito per volontà di alcuni nostalgici vignaioli è stata recuperata in alcune piccole aree tanto da esportare i vitigni al seguito di alcuni migranti sabaudi in California. Le origini del vitigno della Malvasia risalgono probabilmente al x111 secolo quando dal Peloponneso, da Monemvasia, (da qui il nome Malvasia) i mercanti veneziani importarono in Italia i vitigni che arrivarono in Piemonte.

Il vino ottenuto dalla Malvasia moscata è soprattutto di tipo secco, molto aromatico, con intensi sentori floreali e note mielate; il sorso è morbido e piacevole con un equilibrato retrogusto amaricante. In Monferrato da oltre trecento anni l’azienda agricola Casalone si dedica alla vigna producendo dagli anni novanta nei suoi dieci ettari vitati i tipici vitigni locali fra i quali spicca la «Malvasia Greca» per la tenacia di Ernesto Casalone di riesumare e far rinascere questo vitigno quasi scomparso e oggi iscritto nel Registro Nazionale delle Varietà di Viti con la denominazione di «Malvasia Moscata».

La Monvasia Brut Metodo Classico (36 mesi) di Casalone dal colore giallo paglierino tenue, ha un naso fiorito e un sorso ammiccante e cremoso.