Sei in Archivio

emiliaromagna

Fondi Ue: Emilia-Romagna centra obiettivi utilizzo risorse

19 dicembre 2018, 13:40

Fondi Ue: Emilia-Romagna centra obiettivi utilizzo risorse
BRUXELLES - Alla fine dell'anno l'Emilia-Romagna non perderà neanche un euro dei fondi strutturali europei già stanziati. È quanto certificano i dati 2014-2020 sul Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) e il Fondo sociale (Fse) presentati questa settimana a Coriano (Rimini) al comitato di sorveglianza sullo stato di avanzamento dei programmi. Sia per il Fesr che per il Fse, la Regione ha rispettato ampiamente i tempi concordati con l'Unione, certificando alla Commissione europea 135,8 milioni di euro di pagamenti ai beneficiari per il Fesr e 206 milioni per il Fse (cofinanziamento nazionale e regionale compreso). Con queste cifre, la Regione ha centrato due obiettivi: superare i target di spesa legati ai singoli fondi (76,08 milioni per il Fesr, 134,83 milioni per il Fse), ma anche quelli di medio periodo riferiti alla performance, che hanno permesso lo sblocco di risorse pari al 6% della dotazione totale di ogni fondo. Questo nel 2019 permetterà all'Emilia-Romagna di alzare da 59 a 72 milioni di euro la quota di cofinanziamento legata ai fondi europei (agricoltura e sviluppo rurale compresi) messa a bilancio, generando ulteriori investimenti per quasi 490 milioni. "Grazie ai fondi europei la Regione Emilia-Romagna può rafforzare il suo impegno per garantire la competitività del sistema produttivo", dichiara in una nota Palma Costi, assessore regionale alle Attività produttive, sottolineando che è già stato impegnato "il 74%" dei 481,8 milioni di euro della dotazione complessiva Fesr 2014-2020. "Grande soddisfazione" per il raggiungimento degli obiettivi Ue è stata espressa anche dall'assessore alla Formazione Patrizio Bianchi. Il programma operativo del Fse mette a disposizione 786,2 milioni in Emilia-Romagna, il 71,5% dei quali già impegnati.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA