Sei in Archivio

IL VINO

Encry, un vino rigenerante oltre che un ottimo Champagne

di Andrea Grignaffini -

08 gennaio 2019, 11:40

Encry, un vino rigenerante oltre che un ottimo Champagne

Encry è un acronimo che, nella sua natura contratta, serba una moltitudine di significati. Presso il Comité Interprofessionnel du vin (sorta di anagrafe della Champagne) il nome Veuve Blanche Estelle che compare in etichetta è dato in ossequio a una lontana zia di sangue francese che, con la sua sola esistenza, ha reso possibile questa storia.
Una storia che non ci sarebbe stata, non coi suoi connotati attuali, quanto meno, se non fosse stato per la generosità di Jean-Michel Turgy, vigneron della Côte de Blancs, che decise di unire alle sue le forze di Enrico Baldin che aveva svolto dei lavori di ingegneria all’interno della sua tenuta.
Nasce così un’amicizia e, nel 2004, un sodalizio professionale: il vigneron, difatti, decide di cedere tre ettari e mezzo della sua tenuta a Les Mesnil-sur-Oger, uno dei più prestigiosi tra i 17 Grand Cru della Champagne, proprio a Enrico che, con la compagna Nadia Nicoli, e dopo una serie di vicende burocratiche, riesce a creare Encry diventando, di fatto, l’unica azienda di proprietà interamente italiana in Champagne.
Una storia incredibile ma squisitamente concreta ad assaggiarla, una volta messa in bottiglia. Le idee di Enrico, del resto, erano chiare: lo Chardonnay ha qui uno slancio e una propulsione gusto-olfattiva che non abbisogna del legno, che infatti viene bandito.
Ed Encry ha inanellato, dal 2004, un’infilata di millesimi in cui si ritrova tutta l’essenza dritta e riarsa della Côte de Blancs, con particolare riferimento all’ultimo uscito, il monumentale Millésime 2012, minuzioso nel mosaico delle sue innumerevoli salienze di zenzero, zabaione e ricordi canditi, e un agrumato nitido e vegetale, simile alla verbena e un palato di rara golosità che ricorda quel momento perfetto in cui, nel dolce, s’incontra quell’unico e provvidenziale chicco di sale. Un vino, prima ancora che uno Champagne, multidimensionale e rigenerante.