Sei in Archivio

fornovo

Lezione di moto e di vita: al Gadda la prof è Kiara Fontanesi

La campionessa ha fatto da madrina ai nuovi programmi di formazione meccanica«E' importante avere qualcuno che dia indicazioni e insegni i metodi di allenamento»

13 gennaio 2019, 23:30

Lezione di moto e di vita:  al Gadda la prof è Kiara Fontanesi

Una platea di studenti da tutto esaurito - in particolare c'erano tutti quelli dell’indirizzo professionale Manutenzione e assistenza tecnica - ha calorosamente accolto al Gadda la sei volte campionessa del mondo di motocross, Kiara Fontanesi.
Ad accoglierla anche il sindaco Emanuela Grenti. «Questa campionessa, giovanissima, è oggi qui un esempio, un modello per tutti i ragazzi, perché porta in dono un messaggio importante: trasmette la passione, il sacrificio, l’impegno nell’inseguire il suo sogno. Senza questi elementi non si arriva da nessuna parte».
Nell’aula magna erano esposte la moto con cui Kiara ha vinto il mondiale l’anno scorso e la due ruote del pilota locale Nicolò Folli, campione regionale della categoria MX2. La presenza dei campioni, accompagnati dai rappresentanti dei Team MX Fontaracing, 3C e Academy KF8, non è stata una semplice passerella ma, come spiegato dalla dirigente Margherita Rabaglia e da Franco Bercella, di Bercella srl, promotore dell’iniziativa, l’avvio di una collaborazione tra l’Istituto C.E.Gadda e i team, per sviluppare progetti di formazione meccanica applicata alla manutenzione di moto da cross. Un progetto che durante l’incontro è stato «siglato» con la consegna, da parte del team/azienda MX Fontaracing di Pontetaro, di una moto da cross Yamaha MX450F del 2016, che sarà a disposizione degli studenti per essere «smontata e rimontata» secondo la metodologia «Learning by Doing» ma che prevede altre importanti prospettive. «Sono qui - ha detto Bercella - in veste di presidente del consorzio di aziende «Innovation Farm» che da anni sostiene la scuola nei progetti di innovazione e nelle esperienze formative degli studenti in azienda, ma anche come appassionato. E’ quindi con soddisfazione che presento questo nuovo tassello, relativo alla tecnologia della moto, che va ad aggiungersi a tutte le attività della Motor Valley e che permetterà agli studenti, non solo del settore meccanico, di applicare il principio del «fare per imparare». Alla base del progetto l’Academy KF8, team a conduzione familiare che insieme alla scuola e ad aziende come Bercella e altre, intende mettere a disposizione per giovani piloti il patrimonio di esperienze accumulate nel tempo. «L’idea del progetto - ha detto Kiara - è partita da mio padre, Massimo, che mi ha immediatamente convinta e coinvolta perché credo sia importante avere qualcuno che dia indicazioni, insegni ad andare in moto, il metodo di allenamento, la corretta alimentazione, la preparazione atletica. Aiuti che io non ho avuto: l’unico esempio che avevo era mio fratello, Luca, e da lui ho preso il possibile ma entrambi abbiamo imparato sulla nostra pelle, cadendo per poi rialzarci. Abbiamo lavorato bene, visti i risultati, ma avrei voluto una...campionessa mondiale che mi desse indiacazioni». Una possibilità che grazie ad Academy KF8 tanti giovani potranno avere. Un progetto formativo e culturale che aggiunge via via nuove collaborazioni e che non esiste, così strutturato, a livello mondiale. Do.C.