Sei in Archivio

BASSA

Reggia di Colorno: al via i lavori per riaprire il parco storico dopo 5 anni di chiusura

La fine delle operazioni di "potatura e forestazione" è prevista per marzo

14 gennaio 2019, 14:35

Reggia di Colorno: al via i lavori per riaprire il parco storico dopo 5 anni di chiusura

Martedì 15 gennaio inizieranno i lavori di "potatura e forestazione" del Parco Storico della Reggia di Colorno, dopo la nuova aggiudicazione della gara. La durata prevista dei lavori è di 70 giorni, quindi la fine lavori è fissata per fine marzo (meteo permettendo), il costo dell’intervento è di 218mila euro.

“La Reggia di Colorno e il suo parco sono il pezzo più pregiato del patrimonio della Provincia,  su cui l’attenzione dell’Amministrazione è massima, da molti anni – ricorda il presidente della Provincia Diego Rossi -. Questo intervento renderà possibile valorizzare e rendere di nuovo fruibile al pubblico l’area romantica, una parte importante del parco, il boschetto che si trova dopo il giardino all’inglese.”

Fu Maria Luigia nei suoi primi anni di regno nella prima metà dell’800, a far trasformare il giardino alla francese in bosco romantico all’inglese, con la collaborazione del presidente della società Botanica di Londra Carlo Barvitius. Tra l’altro, nell’area vennero innestate molte piante rare (tra cui la Zelcova Carpinifoglia tuttora esistente) e fu creato il laghetto con isola dell’amore.

L’obiettivo è quello di riaprire in sicurezza un’ampia zona del parco, dopo cinque anni di chiusura; in seguito, non appena saranno disponibili altre risorse nel bilancio della Provincia, penseremo ad una sistemazione che faccia riaffiorare il progetto originale, ridisegnando i percorsi d’epoca” dichiara il Delegato provinciale al Patrimonio Alessandro Tassi Carboni.

Il bosco vede la presenza di frassini, tigli e ippocastani, pioppi, platani, olmi, robinie, aceri carpini, ginko biloba, ed altre essenze.
La maggior parte degli alberi necessita di operazioni di potatura, risanamento e un centinaio dovranno essere abbattute e ripiantumate.
I lavori comprenderanno anche la sistemazione del laghetto, con il consolidamento e la piantumazione delle sue sponde e l’introduzione di un’apposita cartellonistica informativa, con bacheche di legno e il ripristino della pavimentazione dei vialetti con la rimozione del residuo di limo rimasto dopo l’alluvione.

Michela Canova, sindaco di Colorno, già consigliera provinciale con delega al Patrimonio, dichiara: “Come sindaca avevo ed ho interesse che quell'area torni nella disponibilità dei colornesi e di tutti i visitatori della Reggia, come Consigliera delegata avevo il governo di un patrimonio provinciale composto da 36 edifici di scuola superiore, dalle stazioni turistiche di montagna e dal complesso  Reggia. Gli anni del mio mandato in Provincia hanno coinciso con il difficile percorso di riforma delle Province, che le ha viste decurtate nel personale e nei finanziamenti, e che ha portato a compiere scelte anche dolorose di priorità. Sia nel mio mandato da sindaco, sia da consigliere provinciale, ho sempre posto la scuola al primo posto. In un'unica occasione ho preteso, come Delegata, che venisse data priorità al parco: quando si è realizzata l'entrata straordinaria  dalla vendita delle azioni delle fiere di Parma. E' quindi con grande sollievo che apprendo dell'inizio dei lavori di riapertura”.