Sei in Archivio

IL VIAGGIO

Citroën: la C5 Aircross scalda i motori andando... al Polo Nord

Sabato il debutto in concessionaria

16 gennaio 2019, 19:41

Citroën:  la C5 Aircross scalda i motori andando... al Polo Nord

Citroën C5 Aircross dev’essere di quelle auto dalle quali fai fatica a scendere. Che quando sei a un passo dal traguardo, torni indietro per guidare un altro po’. Chiedere a Max Gionco e alla compagna Chiara, tra il 28 novembre e il 15 dicembre scorsi autori di un’impresa, la «White Cruise», il cui valore non si esprime in medie orarie, bensì in termini di sicurezza, comfort e piacere di danzare su ogni superficie, dall’asfalto al ghiaccio vivo, passando per il fango e la neve compatta.

C5 Aircross è prossima a sbarcare nei saloni (sabato 19 gennaio): quale modo migliore di una affascinante «corsa» a tappe per imporsi all’attenzione del mercato? White Cruise e? il viaggio da Milano a Capo Nord che dimostrasse l’affidabilità, la versatilità e il comfort del nuovo Suv Citroen, qualunque siano le condizioni ambientali.


Protagonista della spedizione, un esemplare di C5 Aircross 71°N Limited Edition, versione speciale che prende il nome proprio dalle coordinate geografiche di Capo Nord. Ristorato dai sedili Advanced Comfort, protetto da una botte di ferro fatta di assetto bilanciato, grandi ruote, distanza dal suolo (23 cm) e posizione di guida rialzata, all’equipaggio di C5 Aircross raggiungere il lembo di terra più settentrionale del Continente è stato come bere un sorso d’acqua.

Fuori, temperature polari. Dentro, il calore e l’accoglienza di ogni Citroen dei giorni nostri. Trazione singola anteriore? No problem, l’elettronica del Grip Control non fa rimpiangere una 4x4.

© RIPRODUZIONE RISERVATA