Sei in Archivio

POLITICA

Ponte di Colorno, Rainieri (Lega): "La Regione dichiari lo stato di crisi come per il viadotto sull'E45"

25 gennaio 2019, 19:10

Ponte di Colorno, Rainieri (Lega):

Nuova interrogazione di Fabio Rainieri (Lega) sulla chiusura del ponte sul Po tra Colorno e Casalmaggiore. 
Il consigliere prende spunto dal decreto del presidente della Regione Emilia-Romagna, emanato il 24 gennaio scorso, col quale è stato dichiarato lo stato di crisi regionale nel territorio dell’Unione dei Comuni Valle Savio (Bagno di Romagna, Cesena, Mercato Saraceno, Montiano, Sarsina e Verghereto) in conseguenza della chiusura della strada di grande comunicazione 55 3bis Tiberina E45 Orte-Ravenna a causa del sequestro, con interdizione totale della circolazione, del viadotto Puleto disposto dalla Procura della Repubblica di Arezzo. Lo stato di crisi regionale – riporta l'esponente del Carroccio – è stato dichiarato per la durata di 180 giorni, da rivalutare sulla base dell’evolversi della situazione, decorrenti dalla data di adozione dello stesso decreto. Inoltre, prosegue l’esponente del Carroccio, il decreto mette a disposizione dell’Unione dei Comuni Valle del Savio 250mila euro di risorse regionali per l’attuazione delle misure di assistenza e sostegno ai cittadini e alle imprese danneggiate dalla situazione di crisi.
Di qui l’iniziativa di Rainieri, che chiede all’esecutivo regionale “i motivi per i quali non si sia ritenuto opportuno dichiarare lo stato di crisi regionale anche in occasione della chiusura del ponte sul Po, stanziando fondi per l’assistenza e il sostegno ai cittadini e alle imprese danneggiati dal blocco della circolazione; se, in considerazione di quanto appena fatto per la situazione di crisi nella Valle del Savio, si ritenga di intervenire in modo analogo anche nella bassa parmense”.