Sei in Archivio

POLITICA

Più di 3 milioni euro per strade e scuole del Parmense

Annuncio di un gruppo di parlamentari del Movimento 5 Stelle

28 gennaio 2019, 19:56

Più  di 3 milioni euro per strade e scuole del Parmense

Un finanziamento da oltre tre milioni e 300mila euro è in arrivo per la Provincia di Parma. Le risorse sono messe a disposizione dal Governo, tramite la legge di bilancio, per intervenire in settori strategici quali strade e scuole. Lo annuncia il Movimento 5 Stelle attraverso un comunicato, che cita il sottosegretario ai Trasporti Michele Dell’Orco, la vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni, i senatori del Movimento 5 Stelle Maria Laura Mantovani e Gabriele Lanzi e il deputato M5S Davide Zanichelli.

“La manovra ha messo a disposizione 250 milioni di euro per le regioni a statuto ordinario - dicono i parlamentari Cinque stelle -. Di tali risorse, 3.312.937,82 euro saranno destinate alla Provincia di Parma. Si tratta di finanziamenti di piani di sicurezza a valenza pluriennale per la manutenzione di strade e di scuole. Le risorse si andranno a sommare ai due milioni e 600mila euro già messi in campo dal governo per 42 Comuni parmensi al fine di operare interventi nelle piccole opere. Il totale sfiora così i sei milioni di euro per il territorio parmense per strade, scuole e settori strategici quali edilizia pubblica e prevenzione antisismica. Il Movimento 5 Stelle è da sempre contro le Province, tanto che non ci candidiamo per coerenza con i nostri principi. Ciò non toglie che fintanto che le Province continueranno a gestire soldi pubblici e servizi per i cittadini, noi rinnoviamo il nostro impegno e aumentiamo i soldi per le strade e le scuole da destinare alle Province stesse, affinché garantiscano più efficienti servizi per tutti".

"È opportuno inoltre che anche il Presidente Rossi - aggiunge Zanichelli - faccia a questo punto la sua parte e si sbrighi a pubblicare il bando di gara che ancora manca per il Ponte Verdi, che prevede ulteriori 6 milioni di euro ministeriali per la messa in sicurezza e la manutenzione di tale infrastruttura”.