Sei in Archivio

QUESTURA

Giro di vite: cinque espulsioni in pochi giorni

30 gennaio 2019, 18:34

Giro di vite: cinque espulsioni in pochi giorni

Cinque espulsioni decise negli ultimi giorni a Parma. La questura fa sapere che durante il controllo del territorio da parte della Squadra Volante del 24 gennaio in via Cagliari di cui era già stata data notizia, era stata fermata un’auto con a bordo due persone in possesso di oggetti atti allo scasso. Uno di loro, un ucraino di 38 anni, è stato espulso con trattenimento al CPR di Potenza.

Un noto spacciatore della zona di San Leonardo, dopo diverse denunce per spaccio di sostanze stupefacenti, classe 1996, nigeriano, è stato espulso invece il 25 gennaio con trattenimento al CPR di Bari.

Il 29 gennaio un nigeriano 50enne (pregiudicato per aver stuprato la figliastra) da tempo “ricercato” dagli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Parma, è stato trovato grazie a una segnalazione dei Carabinieri che lo hanno trovato presso la Comunità San Francesco di Colorno. Convocato in procura il 29 per essere sentito su una denunzca da lui presentata, è stato fermato dal personale dell’Ufficio Immigrazione ed espulso con trattenimento presso i locali della questura in attesa dell’Udienza di convalida  e quindi accompagnato alla frontiera aerea di Milano Malpensa e fisicamente allontanato dal territorio italiano.

Sempre il 29 si è provveduto a espellere un cittadino senegalese, classe 1969, con Misura alternativa al trattenimento al CPR, ovvero con la consegna del passaporto e l’obbligo di firma presso l’ufficio immigrazione. Il soggetto è pregiudicato per stupefacenti e reati contro la persona.

Infine sempre martedì dopo che i Carabinieri del nucleo radio mobile hanno fermato un tunisino di 32 anni, pluripregiudicato, con 4 condanne per reati contro il patrimonio, già gravato da Espulsione, l'uomo è stato espulso con accompagnamento al CPR di Trapani effettuato oggi.

"Alla luce di quanto sopra - commenta la Questura - emerge chiaramente lo sforzo straordinario della Questura nel mettere in campo tutti gli strumenti per garantire la massima sicurezza per i cittadini di Parma ed allontanare tutti quei soggetti in grado di compiere attività delittuose, per altro particolarmente odiose, sul nostro territorio".