Sei in Archivio

Borgotaro

Parcheggio selvaggio davanti al Santa Maria: raffica di multe

08 febbraio 2019, 06:00

Parcheggio selvaggio davanti al Santa Maria: raffica di multe

Franco Brugnoli

BORGOTARO Il problema dei parcheggi selvaggi (o pirata, che dir si voglia) è ben noto a tutti. La situazione poi si aggrava quando avviene di fronte ad un Pronto Soccorso, come quello dell’ospedale «Santa Maria» di Borgotaro, attualmente in fase di ristrutturazione.

Nei giorni scorsi, l’ennesimo caso: un’autoambulanza dell’Assistenza Pubblica Borgotaro-Albareto è giunta al nosocomio valligiano con un paziente e non è riuscita ad entrare nel Pronto Soccorso perché un’auto era parcheggiata proprio di fronte all’ingresso del reparto di emergenza-urgenza.

Gli operatori hanno allora avvisato subito il sindaco Diego Rossi, che ha invitato l’Ufficio di Polizia Municipale a risolvere il problema. Il conducente è stato così multato.

Inoltre qualche giorno prima, un’altra ambulanza è incappata in un incidente perché il passaggio era ostruito.

Orbene, chi pensa che il caso si sia chiuso così, sbaglia.

Pare infatti (a detta di alcuni cittadini e personale medico e paramedico) che i Vigili Urbani hanno colto l’occasione per multare pure altri automobilisti che avevano parcheggiato ai bordi delle strade in area non consentita.

La lamentela è, in estrema sintesi, questa: «Quando uno viene in ospedale - ci ha detto un medico - ha un problema, ed è già penalizzato abbastanza. Dargli anche la multa, quando non danneggia e non ostruisce il passaggio, ci pare davvero eccessivo».

Effettivamente, i posti sono quelli che sono, ovvero pochissimi, rispetto all’elevato numero di auto, e quindi il problema rimane di difficile soluzione. Addirittura poi, un tratto di strada, che porta al Pronto Soccorso, non sarebbe comunale, ma di totale proprietà e competenza dell’Ausl.

Tantissimi casi, tra l’altro, di parcheggio selvaggio (inclusi quelli che avvengono nei posti riservati agli invalidi), possono tradursi in un vero e proprio reato penale, ossia quello di violenza privata o di interruzione (come in questo caso), di pubblico servizio. Le pene possono essere anche salatissime.

«in questi giorni - dice Emanuele Bonfiglio, comandante della Polizia Locale di Borgotaro - siamo intervenuti piùvolte, in particolare in via degli Emigranti, dove si è registato un incremento di questi illeciti, specialmente perché non si piòl utilizzare il parcheggio del Pronto Soccorso dove sono in corso alcuni lavori»

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal