Sei in Archivio

moto

Kirby, la moto volante

La moto volante (hoverbike, come la chiamano negli States) potrebbe diventare realtà: l'azienda americana Rosa Motors cerca fondi per sviluppare Kirby, una moto…dell'altro mondo.

12 febbraio 2019, 18:34

Kirby, la moto volante

Tra gli anni 80 e 90, secondo l’immaginario collettivo le auto e le moto avrebbero volato nel giro di una trentina d’anni al massimo. A oggi, i mezzi che fluttuano tra un grattacielo e l’altro si vedono giusto al cinema (siamo ancora agli inizi dell’auto elettrica…) ma qualcuno crede ancora in questa tecnologia: la startup americana Rosa Motors, con sede in Florida, sta raccogliendo fondi per sviluppare un’incredibile moto volante chiamata Kirby, di cui per ora c’è solamente l’idea e qualche disegno. Se fosse il primo di aprile si potrebbe pensare a un bel pesce. Ma siamo a Natale e i ragazzi della Rosa Motors ci credono sul serio al punto da aver lanciato un crowdfounding. Se siete interessati a contribuire, comunque, date un’occhiata alla loro pagina su Kickstarter.

Mezzi volanti
In realtà, mezzi volanti simili alle moto già esistono: sono i droni testati dalla polizia di Dubai, dei calabroni meccanici con quattro rotori capaci di trasportare una persona. Ma sono ancora in fase sperimentale: le eliche girano a velocità spaventose e nel caso di caduta del pilota, potrebbero affettarlo come un salmone.

La Kirby (per ora ancora in fase progettuale, lo ricordiamo) è però ancora diversa. Mossa da un potente motore elettrico, ha le classiche forme di una moto tradizionale: due ruote con relativi pneumatici e carrozzeria affusolata. Le ruote però sono agganciate a dei bracci retrattili: come avviene sugli aerei, la Kirby corre su due ruote fino a una velocità prefissata (che dovrebbe attestarsi sui 300 km/h). Oltre questa velocità si libra in volo, e per farlo sfrutta un complesso e costoso fenomeno fisico: la superconduttività che si verifica a bassissime temperature e che permette di generare degli intensi campi magnetici. La spinta propulsiva in aria, poi, sarebbe garantita da quattro turbine, mosse dal motore elettrico principale.

Fanta-mobilità
Fantascienza? Con tutta probabilità, sì. Troppi elementi stridono: sul sito ufficiale non è dichiarato né quando, né come verrà prodotta, ma soprattutto la richiesta di finanziamento privato su Kickstarter è troppo esigua per un progetto del genere: 17.000 dollari. Terremo comunque alta l’attenzione…