Sei in Archivio

Milano

Rogoredo, boschetto della droga, collaboratore di Corona con pistola rubata

14 febbraio 2019, 17:43

Rogoredo, boschetto della droga, collaboratore di Corona con pistola rubata

Un 44enne, ritento dai carabinieri un collaboratore di Fabrizio Corona, è stato denunciato dai militari per possesso di una pistola - e per la ricettazione dell’arma rubata a Napoli nel 2010 - mentre si trovava nell’area del boschetto della droga di Rogoredo, a Milano, dove è stato aggredito durante le riprese di un servizio. Ieri pomeriggio anche l’ex re dei paparazzi - come confermato dai militari - era a Rogoredo per realizzare il nuovo video sulla piazza di spaccio dopo l’aggressione subìta nel dicembre scorso.
Secondo quanto riferito dai carabinieri, l’entourage di Corona ha preso le distanze dall’uomo definendolo soltanto un fan che, tuttavia, risulta legato a Fabrizio Corona per un gemellaggio tra i loro brand di vestiti. 

 Attorno alle 18 di ieri il 44enne, un imprenditore napoletano, è stato segnalato ai militari da una passante che parlava di una persona col volto insanguinato e armato di una pistola. I carabinieri lo hanno trovato sulle scale di via Sant'Arialdo: alla vista dei militari il 44enne ha poggiato l’arma senza opporre resistenza e ha spiegato di essere stato aggredito dai tossicodipendenti della zona perchè era intento a realizzare un servizio giornalistico. Ha raccontato che gli avrebbero rubato la telecamera (è riuscito però a conservare un registratore) e che ha strappato la pistola dalle mani dei suoi aggressori che lo hanno ferito al naso.