Sei in Archivio

guardia di finanza

"Prelievi" dai conti condominiali: sequestrati 40mila euro a un amministratore infedele

16 febbraio 2019, 09:37

Aveva sottratto sistematicamente dai conti correnti dei condomini consistenti somme di denaro: prelievi allo sportello, bonifici bancari disposti a suo benefico e con causali mendaci. E di fronte a proprietari ed affittuari esibiva documenti che attestavano pagamenti ed esborsi in realtà mal sostenuti. Il risultato? I condomini sono stati costretti, alla lunga, a sborsare nuovo denaro per fatture mai saldate. Ma adesso la Guardia di Finanza ha presentato un (primo) conto anche a lui, L.O., amministratore di alcuni condomini in città: gli sono stati sequestrati - su ordine del gip - 40mila euro. 

Tutto è nato dalla querela di alcuni condomini che, osservando la documentazione sulla gestione delle parti comuni, avevano sospettato irregolarità. «L'indagine in esame - spiega il procuratore Alfonso D’Avino - ha ad oggetto un settore che, a dispetto della condotta regolare e ineccepibile della stragrande maggioranza dei professionisti - negli ultimi tempi si è rivelato particolarmente esposto a attività illecite, in città e provincia, tanto da far registrare diverse denunce a carico di alcuni gestori infedeli, i quali, per anni, si sarebbero appropriati illecitamente di ingenti somme».