Sei in Archivio

parma

La Guardia di Finanza sequestra un centro sportivo con piscina fra via Budellungo e via Ximenes

Quattro società sono coinvolte a vario titolo nell'inchiesta

21 febbraio 2019, 09:45

La Guardia di Finanza sequestra un centro sportivo con piscina fra via Budellungo e via Ximenes

Un complesso sistema di scatole cinesi con società, veri titolari, amministratori di fatto della struttura ma anche meri prestanome, il tutto per eludere il fisco. E’ quanto scoperto dai finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Parma che questa mattina hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, disposto dal tribunale, dell’Aqualena Florida Fitness, centro sportivo con annessa piscina fra via Budellungo e via Ximenes.
Coinvolte nell’inchiesta, coordinata dalla Procura di Parma, tre persone: Marcello e Antonio Vetere, imprenditori di origine calabrese, e il parmigiano Alessandro Vitale. Quattro invece le società interessate a vario titolo: la Vvv Aqualena srl, società di fitness, la Aqualena sport asd, la Hcp srl, attiva nella gestione di alberghi, e la House Immobiliare srl, tutte facenti capo, direttamente o indirettamente, ai tre indagati.
I reati contestati sono omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, indebita compensazione di crediti tributari inesistenti con debiti della stessa natura ma reali, mentre alla società di gestione alberghiera (Hcp srl) vengono contestati la dichiarazione fraudolenta e indebita compensazione di crediti Iva.
Le Fiamme Gialle e l’Agenzia delle Entrate di Parma hanno ad esempio verificato, per gli anni 2013 e 2014, che la società sportiva che gestiva il centro (Aqualena Sport Asd) svolgeva di fatto un’attività commerciale e che quindi dovesse presentare la dichiarazione dei redditi senza i consistenti benefici fiscali previsti per le associazioni sportive senza fini di lucro. Oltre al centro sportivo, sigilli apposti a due immobili e ad alcuni terreni a Cosenza e ad un’autovettura. Sequestrati anche poco meno di un milione di euro riconducibili agli amministratori coinvolti compresi, oltre alle tre persone già citate, anche Nicola Ciarliero, Michele Mari, Antonio Caruso e Alberto Pagliani. 

Video 12TgParma - La Finanza sequestra l'immobile dell'Aqualena ma l'attività prosegue