Sei in Archivio

ECONOMIA

Il gruppo Barilla si conferma leader italiano nel benchmark globale sul benessere animale

Al vertice coop Svizzera, Cranswick, Marks & Spencer, Noble Foods e Waitrose 

01 marzo 2019, 16:52

Il gruppo Barilla si conferma  leader italiano nel benchmark globale sul benessere animale

Il gruppo Barilla si conferma l’azienda italiana, tra le 8 analizzate, posizionata più in alto nel benchmark globale sul benessere degli animali d’allevamento BBFAW (Business Benchmark on Farm Animal Welfare). Barilla è l’unica azienda italiana a posizionarsi al livello 3 della piramide.
Al livello 4 si collocano Camst, Ferrero, Gruppo Cremonini, Coop Italia e, in salita dal livello 5, Gruppo Veronesi. Mentre al livello 6 si posizionano Autogrill e Conad (che entra nel benchmark per il primo anno).
Lo dice un comunicato di Barilla, che prosegue: 
Giunto alla sua settima edizione, il benchmark globale sul benessere animale BBFAW, realizzato con il supporto di Compassion in World Farming e World Animal Protection, ha analizzato quest’anno 150 aziende alimentari, quaranta in più rispetto al 2017 fornendo un rapporto annuale su come questi leader di settore a livello mondiale gestiscano e comunichino le proprie policy e pratiche in tema di benessere degli animali d’allevamento. Del resto oggi il benessere animale diventa sempre più un driver competitivo per le aziende alimentari e rappresenta un fattore importante per assumere una posizione di leadership nel settore. Il rapporto ha confermato la posizione di leadership globale di Coop Svizzera, Cranswick, Marks & Spencer, Noble Foods e Waitrose.

Come evidenzia il Direttore Acquisti Materie Prime di Barilla, Leonardo Mirone “Lo scopo di Barilla è essere la scelta preferita delle persone promuovendo abitudini alimentari sane e gioiose ispirate dalla dieta mediterranea”. “Per raggiungere questo scopo e i nostri obiettivi di sostenibilità, lavoriamo da anni con i migliori partner esterni per trovare le soluzioni giuste per le nostre filiere. Nel lavorare sul benessere animale, abbiamo riconosciuto in Compassion in World Farming il partner migliore, grazie alla loro conoscenza delle richieste provenienti dai consumatori e della realtà degli standard di allevamento. Grazie a questa collaborazione, dal 2010 lavoriamo insieme ai nostri fornitori per migliorare il benessere animale delle nostre filiere passo dopo passo.”

BBFAW È UNO STRUMENTO PER IL CAMBIAMENTO
L'analisi di benchmark BBFAW rappresenta un'iniziativa volta a supportare il cambiamento a lungo termine e, negli anni, ha mostrato segnali positivi di miglioramenti progressivi. Delle 55 aziende analizzate nella prima edizione del 2012, 17 (il 31%) sono salite di almeno un livello, 20 (il 36%) sono salite di due livelli e 8 (il 15%) sono salite di tre livelli. Miglioramenti che sono ancora più straordinari considerando che i criteri di BBFAW si sono fatti sempre più stringenti in questi anni, dimostrando la reale leadership di quelle realtà che occupano i livelli più alti della piramide.