Sei in Archivio

SORAGNA

Il consiglio dice «sì» alla pista ciclabile di Castellina

Approvate le varianti necessarie per l'inizio dei lavori a fianco della provinciale 12

di Michele Deroma -

04 marzo 2019, 18:49

Il consiglio dice  «sì»  alla pista ciclabile di Castellina

Il consiglio comunale di Soragna ha approvato all’unanimità le varianti urbanistiche al Psc e al Poc, in vista della prossima realizzazione della pista ciclabile di Castellina: come da progetto, l’opera – di costo pari a 65 mila euro - sarà realizzata su un tratto di circa 250 metri contiguo alla strada provinciale 12 Soragna-Fidenza, nell’area compresa tra il quartiere industriale della frazione e la chiesa di San Pietro. Come ricordato dal sindaco, «la pista ciclabile permetterà a decine di operai, impegnati nel polo artigianale e industriale della frazione soragnese, di non percorrere un tratto dalla particolarmente trafficata strada provinciale, favorendo così una maggior tutela della loro incolumità».

La variante, realizzata con la procedura semplificativa prevista a livello regionale, è stata supportata dalla presentazione del progetto definitivo della stessa pista ciclabile, e dal riconoscimento della sua pubblica utilità: la delibera consiliare è seguita alla conferenza dei servizi, tenutasi lo scorso 16 gennaio con la partecipazione dei delegati della Provincia e dei rappresentanti degli altri enti coinvolti nell’opera – tra cui consorzio di bonifica parmense, Emiliambiente, Ireti e soprintendenza archeologica - e conclusasi con l’acquisizione del loro parere favorevole sul procedimento.

«Con questa delibera si avvicinano la conclusione dell’iter burocratico e la realizzazione della pista», ha spiegato con soddisfazione il sindaco di Soragna, Salvatore Iaconi Farina: l’opera avrà il definitivo via libera non appena terminate le operazioni degli espropri di terreno, eseguite dall’apposito ufficio dell’unione montana Appennino Parma Est.

Anche le forze di minoranza si sono dichiarate favorevoli alla realizzazione della pista: Giovanni Rastelli («Soragna Democratica») ha espresso il proprio auspicio affinché «l’opera, necessaria per i cittadini di Soragna, venga realizzata quanto prima, per limitare il pericolo per le tante persone che percorrono questo tratto di strada», pur ribadendo le proprie perplessità sulla procedura burocratica intrapresa dall’amministrazione per gli espropri di terreno e definita «macchinosa» da Silvia Paroni (Pd).

Anche quest’ultima ha posto l’attenzione sulla «pericolosità della strada provinciale 12, tale da rendere assolutamente necessaria l’esecuzione della pista», così come Maria Pia Piroli (Lega) che ha definito l’opera «un importante aiuto per le persone che lavorano nella zona».

© RIPRODUZIONE RISERVATA